Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Conto alla rovescia...
Il tuo sorriso è ent...
Albert Voss 1944...
Albero buono...
Ho chiesto di te...
TI VOLEVO SCRIVERE A...
Appagamenti...
LA MUSICA DEL CUORE ...
L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Un cielo stellato...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...
La dea bendata non c...
Memorie antiche...
Ho bisogno...
Luna...
UN FULMINE A CIEL SE...
GRAZIE ALL'AMORE......
MA CHE COLPA ABBIAMO...
Ritrovarmi...
Chiedi all'universo ...
Sognando gli aquilon...
Il simbolo dell'appa...
Chi pensa che, per e...
Isola che non c'è...
La cultura dell'amor...
E VIENE SERA...
INCOMPRESO SCAPIGL...
Notte...
C'eravamo tutti....
Prologo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Potenza

Sono credente,sì,ma non fervente
e sublimabile vedo il prepotente.
Se fossi più credente e più fervente
alto vedrei solo l’Onnipotente.


In basso, meno forte e simil niente
vedrei l’essere duro e imponente;
saprei per certo,ch’è essere indigente
e che mai fu importante né potente.


La fede incerta,poca e barcollante
volge lo sguardo mio all’arrogante
assiso in vetta grande,troneggiante,
la mente a tal pensiero va vagante.


Scritto in pagina di Libro rilevante
è che l’essere umano è barcollante,
il trono cui è assiso è traballante,
nullo è,quello che pare,esser gigante.


Torna il pensiero mio a passate cose,
ove veduto avea bocciol di rose;
rincontra il pensier mio l’allegre spose
che ora le vede stanche e assai nervose.


Le figure di pria meravigliose
agli occhi sono immagini dogliose,
qualcosa sono a cercare vogliose
e di trovarla assai sono ansiose.


Muta cani scorta cavaliere egregio
a cavalcioni d’un destriero bigio,
ognun s’inchina a detto personaggio
mentre sul cavallo è di passaggio .


Rintocco di campana s’ode mogio
in quella sera del mese di maggio;
annuncia fine del signore egregio
e dice che grandezza è sol miraggio.


Significa che di Grande ve n’è Uno
e la potenza Sua non l’ha nessuno;
chiunque può pensare esser qualcuno
ma in fondo resta solo come ognuno.



Share |


Poesia scritta il 03/04/2012 - 18:52
Da nello maruca
Letta n.671 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?