Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Alcune porte le chiu...
Il mio compleanno...
Il vecchio frac dell...
Equinozio...
Solo Mare...
Canto del sussurro d...
La mia solitudine...
Dopo un incendio...
A TE MILKY...
Brace...
L’ANIMA DEL POETA...
Sospiro autunnale...
Se ala scucita non s...
Codici illegibili...
Diluvia...
Un attimo di vita...
A mio figlio...
monoku...
La casa davanti al l...
Gairo vecchia...
All'improvviso...
Fossi un Jurgen Scho...
Accomiato...
Senza rete...
QUELL'UOMO VENUTO DA...
Ti ritroverò...
Rondini ieri e oggi...
C'è chi vive per ess...
La palude di cristal...
Come foglia che cade...
haiku...
QUANDO I SOGNI ...
Quella porta chiusa...
La Bellezza e il Tem...
Canto d'Autunno...
A te che stai in una...
24:00...
Ossi di seppia...
Profumo di vita...
Al giorno d’oggi sia...
Mia Regina...
ROBIN HOOD...
Vi siete dimenticati...
Le parole...
Parole accartocciate...
Metalla...
Un pò di mistero...
Gelido vento...
MURI...
cara stella...
SCIAMITO CONTROVERSO...
Accanto a te...
Ogni percorso di vit...
Macerie...
Haiku (4)...
UNO SPIRITO TRA ...
Il richiamo...
Fata del Bosco...
Settembre...
Abissi...
22:00...
Lollove...
Haiku 84...
Immobile calma...
Son le frasi...
NOI SCONOSCIUTI...
Ar core nun se coman...
Nella Notte...
Gente...
20:00...
Rimpianto...
Preghiera....
Siamo piume al cospe...
Fine estate...
Diva...
L’ORA DEL TRAMONTO...
SENZA REGINA...
A TE PICCOLINA...
Sentirti...
Le stelle cadenti so...
Dove sei...
Autunno che viene es...
La prima volta che t...
Haiku 2...
La sera...
Giorno di sole...
Mancanze...
Nostalgia...
Eccomi...
18:00...
Ogni tanto s'affacci...
Il respiro delle mar...
Come ogni alba...
Sulla foto gocce di ...
Chi il principio per...
Piccola...
Preferisco l'amore...
Aforisma Sul bord...
La danza del cigno...
Lei non mi abbandona...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Ricordo

Cavalcavamo per i Campos Gerais,
sotto una luna che culla le illusioni.
Tu,
occhi screziati d'ambra intrisa d'oro
e due domande che non osi fare,
io,
convinto di poter fermare il tempo
con il candore che si stringe ai fianchi.
Io e te,
sotto le acacie immobili da sempre
persi nel tutto di un respiro solo,
fragile e puro come cristallo.
E tutta intorno la landa sterminata,
terra di sogni addormentati,
che invoca in ogni tempo
il piangere del cielo.
Tu ed io,
a raccontarci storie fatte d'aria,
fuori dalla realtà che è un'altra cosa
e ci sorprende senza discolparsi.
E poi io solo
e tu al di là del Sao Francisco,
là dove non posso
e il tormentarsi adesso a nulla serve.
Il cuore di Jagunço che sussulta
cedendo inerme ad un dolore nuovo.
E finalmente
nel Sertao, cade la pioggia.


Share |


Poesia scritta il 24/07/2010 - 15:46
Da chiara luciani
Letta n.1137 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?