Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Profumo di casa...
Sogni D'Oro....
Noi raccoglitrici de...
In viaggio...
Il viaggio (Senryu I...
18:16...
Notti insonni...
Un bel giorno d'esta...
MARCIAPIEDE...
FRA POCO SARÀ NATALE...
l\'ULTIMO VIAGGIO....
LIBRO QUESTO SCO...
L'amore...
SPERANZE...
L’uomo per natura vu...
Le finestre degli al...
Errore in-convenevol...
A mia madre...
Con tutto l'amore ch...
Ciao Diego...
La ragazza selvatica...
Essa fu (concorso p...
Delicata...
MUSCHIO...
Tutti i santi giorni...
Vita...
QUANDO SI CAPISCE...
La viltà di un uomo...
La precarietà dell'u...
Al suono del vento...
Giuramento d’amore...
Gocce d 'acqua...
Ineffabile destino...
Il viaggio (renga, c...
Invito a cena...
Il presente disse pa...
Sonetto - Profondo e...
E' tempo di innamora...
Si apriva e si chiud...
Innamorato...
IL VIAGGIO...
Non sappiamo quanto ...
Sirene...
Milena...
I ricordi...
Ceste di fiori...
Malinconica Tristezz...
Quesito...
Io e la Risolutezza...
Il buddha...
POVERI E RICCHI...
L'ultima foglia dell...
ultima foglia...
Era bello...
Numero trentadue...
ZIBALDONE...
La paura...
La mia Italia...
L'essenziale...
Mi disse parlami...
Il viaggio (Cartolin...
A DUE PASSI DA ME...
Speranza d’autunno...
Glorioso passato...
LVX...
ADRIANO...
Elucubrazione n. 6...
Sospesi in un tempo ...
L'autunno...
SE NON CAVALCHI LA T...
Con disgusto (concor...
In riva al mare...
Se non vinciamo tutt...
I NOSTRI GIORNI...
Casa...
La mente suggerisce ...
Buonanotte...
Se ti abbraccio non ...
Luna pretesa...
INVERNO...
IL CUORE DEI PENSIER...
I miei nemici alla f...
Il vela...
The Bergen Belsen...
09:35...
Grazie...
Notte senza luna...
Fermarsi...
Friedrich Nietzsche....
La Parola del Vangel...
Pelle...
Tenebre...
L'ultimo canto di Sa...
Ombre voraci...
Bambini del dolore...
Dipinta...
È novembre...
Dove nessuno si sent...
La felicità sempre p...
Sognare...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il Ricordo

Mai prima m’eri apparsa sì diversa
giacchè la mente mia di ricord’arsa
t’ avea inglobata ancora giovinetta
e giammai avanti osò, restò dormiente
ai bei ricordi della fanciullezza
allorquando ridondavi di gaiezza.
Immutata, nel tempo, nella mente
restava la tua imago adolescente,
il dolcissimo guardo avviluppante
e i lunghi, biondi, bellissimi capelli
e il viso dai tratti snelli e molto belli.
L’andatura sensuale e fluttuante,
la voce carezzevole e suadente,
le rosee, carnose labbra sorridenti,
le affusolate mani e i candidi denti.
I fiorellini della chioma adorni
e il serpeggiante rivo schiumeggiante,
che alla fresc’ombra della grande pietra,
accanto al grosso faggio verdeggiante
i piedi baciava limpid’acqua tra
un innocente bacio e una carezza.
Snello il corpo d’elegante gazzella,
l’ insieme tutto di mattutina stella.


Tutto rimasto è là, com’era allora
quando serenità elargiva e gaiezza
mentr’io mi resto nella speme, ancora.
Né quella pietra d’immensa grandezza
alcunché mutato ha del suo aspetto;
sol’io ho perso la dolce giovinezza:
Lo dice il viso dal mutato aspetto.
Quest’oggi t’ho incontrato in via Verdisca
ove vivemmo nostra vita fresca;
gli occhi celesti ancora ma alquanto
tristi, lo sguardo dolce, quasi spento,
non più soffice chioma color biondo
ma crine che di biondo ha solo un fondo.
Il passo incerto, ahimè, ed assai lento,
la voce dolce ancor ma tremolante,
il labbro assottigliato e penzolante.
Poco di quanto in mente è somigliante
giacchè per essa ristata eri aitante
ed ora appari, invece, assai cadente.
Sol’or mi sveglio dal lungo torpore
e nella realtà immergo di quest’ore
che tutta m’appare nell’interezza
e dice che l’allegra giovinezza
volutamente rimata era presente
a dar sollievo alla mia stanca mente



Share |


Poesia scritta il 17/08/2012 - 10:57
Da nello maruca
Letta n.753 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?