Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...
Solo fra i soli...
Un sogno...
Il colore dei ricord...
La crociera...
Dimmi quanto mi desi...
Un incontro fatale...
Nuovi colori simili ...
Nell'aldilà...
LA TERZA GUERRA MOND...
Sorrido...
Elisir Di Una Madre...
La mia dimora...
Sorridi, credimi e l...
Il messaggero dell'a...
Brividi d'Aprile...
Invisibile senso...
I COLORI DELL' ...
Le lacrime più amare...
Il tempo è denaro...
Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...
Scendere...
Un velo sottile...
Il contrasto dei col...
Per...sopravvivere...
Lingue lunghe...
Il violinista...
Com'è difficile.......
Arrivare alle stelle...
Perchè piangi?...
haiku a...
Libertà...
Per Te...
Il Maggiore Lionel W...
Venti di guerra...
La vita come le stag...
Anima e corpo in gin...
GALLI...
Se entri nella mia v...
Argonauti...
SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Questo amore impossi...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...
LA MAREA E L' ...
SILENZI...
La sensibilità non è...
Pensieri solitari...
Tutto ciò che viene ...
Composizione n.385...
ACQUA...
Firma...
L'ANGELO...
A Ilaria...
vecchia ferrovia...
Con i suoi colori...
PHARAOH'S CURSE. Man...
Lucrezia e l'amore a...
Solo un sorriso...
Affini son quelle an...
Le quattro stagioni...
Seduta davanti al ma...
IL VENTO...
Mix gastronomico, le...
Nessuno è libero...
Miracolo d\'amore...
incognite...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Fanciulla

Par voglia entrare tu pria ancora
che scocchi l’ora al tempo dell’amore,
d’esso a scoprire passione e ardore
lasciando primeggiar l’ingenuo core.


Alla tua etate, bambola, son sogni
ch’anno parvenza di sincero affetto
ma spine,tosto,sono,poi, in petto
avverso impulso nobile ch’agogni..


Fermati pria che tardi ancora poi sia,
non dare sferza a tempo che già corre,
sii pulit’acqua che a ruscello scorre
lenta, cristallina: Tal tua puerizia sia.


Non si può dire a notte: Corri, giorno
rivoglio che risposta essa darebbe:
Colui che pria mi fece e poi mi crebbe
lo tempo dell’andar ridona a torno. * * Ritorno


L’acqua che scorre da montagna a mare
spumeggiando serpeggia infra pietrame
e sponde e,se corso ha deviato infame,
dritta prosegue e va,comunque, in mare.


Fanciulla,indi, da retta via non deviar
che pur se cammino par lungo e storto
è , invece, il più diritto e lo più corto
e consente al proseguir lo dolce andar.


Non precorrere il tempo, lascia che passi.
Parti ch’è fermo ma corre a lunghi passi.
Verrà lo giorno che aprirai lo core
per consacrarlo al tuo unico amore.


Saltando, fanciulla, non si tocca luna
e nelle lande perisce bionda e bruna.



Share |


Poesia scritta il 23/08/2012 - 12:40
Da nello maruca
Letta n.896 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


La gioventù si sà, ha fretta, brucia, corre, non ascolta, non aspetta. simpatica poesia, ciao

Claretta Frau 24/08/2012 - 14:24

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?