Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un cielo stellato...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Attimo...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...
La dea bendata non c...
Memorie antiche...
Ho bisogno...
Luna...
UN FULMINE A CIEL SE...
GRAZIE ALL'AMORE......
MA CHE COLPA ABBIAMO...
Ritrovarmi...
Chiedi all'universo ...
Sognando gli aquilon...
Il simbolo dell'appa...
Chi pensa che, per e...
Isola che non c'è...
La cultura dell'amor...
E VIENE SERA...
INCOMPRESO SCAPIGL...
Notte...
C'eravamo tutti....
Prologo...
Senza nessuna cura...
NOI...
Suggestioni campestr...
LA LUNA...
Luna...
Afflato di luna...
In mezzo al gelo...
L’Alba del Serafino ...
Mai Nato...
Presunzione...
Le fou...
Le donne di Boldini...
ACQUA e VITA...
Mi sveglio......
Qui ed ora...
Aquilone...
Sei...
L' essere umano è ab...
Lo specchio...
Spazi incompresi...
Sogno...
FRANCOBOLLO...
Come quando piove...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

VI

Corre lo buon Giuseppe da Pilato
ad implorare la divina Spoglia
che inumarla in sicuro loco ha voglia
e astergere di addenso Sangue beato.


In tel di candido lino pregiato,
poi che da peso croce Corpo spoglia
l’avvolge, e con pie donne insiem lo veglia
finchè in tomba vien con pietà traslato.


Il dì di poi del sabato, all’albore,
all’avello Maria trovasi presso
ma la pietra, però, manca all’accesso,


quindi, con l’altre assiem varca l’ingresso
tremolante di paura e a capo basso
ma, non ha traccia del Divin Signore.



Share |


Poesia scritta il 29/08/2012 - 23:42
Da nello maruca
Letta n.738 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Si, Enio, è Giuseppe di Arimatea, uomo pio e ricco anche lui discepolo di Cristo che volendo onorare le spoglie del Maestro le richiede a Pilato e, avendo una tomba non ancora adibita ad altra sepoltura, scavata in una roccia, dopo averle avvolte in un lenzuolo di lino le depone nel sepolcro facendo chiudere l’apertura con una grossa pietra, difficile da rimuovere, mentre Pilato ordinava che a guardia del sepolcro venissero messe delle guardie affinchè il santo Corpo non potesse essere trafugato dai discepoli. Dopo il sabato, di buon mattino, Maria Maddalena, Giovanna, Maria madre di Giacomo e altre ritornate al sepolcro con aromi per cospargerne il Corpo trovarono la pietra spostata e il sepolcro vuoto della Salma che, misteriosamente, era scomparsa.

nello maruca 30/08/2012 - 23:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?