Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Silenzio...
PANDEMIA ECONOMICA...
L’attimo in cui ho c...
LA VITA COME UN RAGG...
Inadeguato...
FUOCO E FIAMME...
Le nostre begonie...
Il mio faro nel mare...
FLETVS...
Sogni notturni...
Polvere...
La disputa...
POETA...
Gocce di solidarietà...
Piccoli segreti...
Alberi...
NON FIGLI MA NIPOTI...
La tela...
Sulle ali del silenz...
26 ottobre...
A soli due passi da ...
RICORDO...
La clessidra...
La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo c...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...
Un amore ingenuo...
MAGIA DELL' AMORE...
Tempo...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Haiku n 10 a...
Petali...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



IL destino delle foglie

Foglie,
diverse per forma e colore,
raccontano le loro storie.
Cadute sull’asfalto bagnato,
vanno in cerca di un verde prato.
Lasciata la terra madre,
sono emigrate.
Tante foglie, un infinità,
per scoprire poi un amara realtà:
“quel prato sognato, esaurito,
il concime, finito”.
La terra che ora le ospita,
è terra di buon cuore,
mandarle indietro non vuole,
così per le foglie natie,
si chiudono ancora altre vie,
ma che importa …
loro, hanno la “scorta”,
padroni della terra,
con radici ben profonde,
non saranno mai travolti dalle onde.
I loro rami, spogli,
presto avranno nuovi germogli,
per loro non ci sarà mai carestia,
“sacra e potente dinastia!”
Un provvidenziale acquazzone,
potrebbe cambiare la situazione,
ma forse l’acquazzone non basta,
per sradicare tutta la “casta”.
Per concimare di nuovo il terreno,
bisogna radere bene il suolo,
per far si che i nuovi alberi,
crescono rigogliosi e liberi,
con le braccia tese al cielo,
per un avvenire leale e sincero.


Share |


Poesia scritta il 18/11/2012 - 19:56
Da Terry Di Vetta
Letta n.734 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?