Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
Pietà...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL PITTORE DI AIRONI

Lui era un pittore dalla mano sinistra.
La destra lasciata in pegno alla morte.
Dipingeva rovine fumanti di case
e sopra aironi che cavalcavano il vento.


Camminava sugli argini nei giorni di pioggia,
lo conoscevano i tuoni e le punte dei pioppi.
L'acqua del fiume si accovacciava silenziosa nei gorghi
quando immobile guardava gli aironi arrampicarsi nell'aria.


Il suo sguardo saliva fino ai nidi delle nuvole gonfie
ritornando carico di tutti i colori del viaggio,
dipinti sul suo sorriso da marinaio senza ali,
da airone con solo una mano rimasta.


E lei era bella come una guerra vinta da poco
e lei era bella come un gioco di bambini nel prato
e lei era bella come un airone sospeso nel cielo
e lei era bella abbracciata alla loro casa crollata.


Si portò via la sua mano destra cadendo
e lui restò solo con l'ombra allungata a cipresso
a zoppicare lungo l'argine dell'orizzonte spezzato,
a pensare alla sua mano, un airone volato.


Poi i giorni furono cielo e colori rubati,
spremuti dalla mano sinistra fino all'ultimo graffio
e la bocca serrata come una ferita d'acciaio
si apriva solo per un'ala planante sotto il peso del sole.


Lungo le golene e gli argini,
in coro lo dicono ancora i tuoni, i pioppi
e ogni goccia che s'annega nell'acqua,
che se ne andò a cercare la fine del fiume
lasciando scolpito sulla sabbia un airone a cavallo del cento.



Share |


Poesia scritta il 02/03/2013 - 14:01
Da floriano fila
Letta n.595 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


bella!

Claretta Frau 04/03/2013 - 17:28

--------------------------------------

eccellente!!

antonio miglietta 03/03/2013 - 23:51

--------------------------------------

Una lirica molto dolce e davvero bella. Bravo

Daniela Cavazzi 03/03/2013 - 16:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?