Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
Giulia...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...
UN ATTIMO E FU AMORE...
OASI...
E non esiste espansi...
La fune....
Il sole splende, sol...
Teniamoci stretti...
Addio...
Lupo...
A furia di fare i fu...
Febbre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Le muse dell'Alto Ingegno.

La musica è trasmessa dalle muse,
quando il Sir parla, ne la Patria Sua;
essa, è la forma fluida che vien giù a
noi ravvivare, con Sue mode use; 4


polmoni e còre fan/ da cornamuse
e l'Alma Somma/ a nostra umàn s'addùa;
spira, dal Grande a piccole, Chi più ha
e ci delizia/ di beltà profuse. 8


Parlo dei Cieli siderali, questi,
tetto pel globo che a soffitto ha loro:
manto blu scuro; ella ha, il Re, adesso perso; 11


natura mater iale: noi, in lei, mesti,
deL Padre, qual da fuor filtra a noi oro,
e Luce permea qua, su noi a riverso... 14


...scorre, dai raggi, di Sue ancelle, un coro. 15



Già dai tempi dei Ciro il grande, ma di certo da lungi prima, sugli altipiani iranici ciascuno vestiva più estesamente, rispetto all'uso nei popoli vicini. Le madonne, per un sentimento di vedovanza dalla Visione del Padre celeste, si avvolgevano, in questo esilio, nel drappo della tinta di Quello Stesso Signore. L'umiltà stilnovista del poeta che scrive dal Dettato dello Shah dell'universo mediante esse,fu raccolta dall'Alighieri. Oggi, le muse osannano, ascoltando nella Pace somma, il messaggio del Verbo dell'Amato, Colui Che conforta la fede candida dei greggi della mitezza.



Share |


Poesia scritta il 02/06/2013 - 19:39
Da Vaibhava das (Vito) Parisi
Letta n.514 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?