Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Felicità è mettere o...
La malattia...
INCOMPRESA...
L'ingenuità nell'amo...
Confini incerti...
Versi sparsi...
GRANDE È L'UOMO...
RIAPPARVE IN SOGNO...
Fiori di ciliegio...
La foto...
Sulle pagine del tem...
L'ultimo bacio...
BALCONE...
Raccolta Prima...
CLESSIDRA...
Costa Esperanza...
Solitudine...
Momenti...
Il volo di un angelo...
Noi siamo nati liber...
Decoro...
PROFUMI D'INFANZIA...
Bagagli...
PRIMO AMORE...
IO NON MORIRÒ...
Occhi...
CHI LEGGERA\' LE NOS...
Si fa sera...
Il giudizio, ammesso...
Dite qualcosa...
LA RABBIA...
ARIDA NOTTE...
Frammento d’amore...
La rosa gialla...
Blue Lobelia 1.15...
Paura...
BULLISMO...
TUTTI E TRE...
L'ombra dell'uomo ch...
Le parole più dolci ...
Scalata...
Bacio...
La saggezza consiste...
Mare in tempesta...
Prendimi per mano...
Il vinto sorgerà...
La filosofia (pensar...
Ramanujan...
soltanto un sogno...
Ritagli di vento...
L' AMORE RIPOSA...
CIMITERO ALL'IMBRUNI...
I colori dell'anima...
lascia andare...
Fiori di Pesco...
La malattia dei rico...
Emozioni a colori...
Blue Lobelia...
BRIVIDO CALDO...
CORIANDOLI DI VITA...
Il vento infausto de...
Vespero...
La distanza...
Una sera lontana...
Ti ruberei...
Le stagioni della vi...
La frontiera...
Parla...
ACCIDENTI ALL\' ...
Minchia! Signor tene...
Haiku 26...
Causa e Effetto...
Retorica-mente?...
Erotico sogno...
La erta salita...
In equilibrio instab...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
La Tigre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Cercando Pessoa

Cercando Pessoa
tra i saliscendi di un giorno d'autunno
come un soffio di vento
che ammalia le foglie
e ne rende mansueto il colore
adulando l'aroma
di un caffè nero bollente
mi sottometto
alla sirena di Belem
che si specchia nel Tago
e riluce di luna
il suo figlio più amato.


Ho le sponde di queste acque
tra le mie braccia tese
e l'oblio di questa terra
che lusinga l'attesa
e si prepara alla danza
dell'antico rituale
come gemma che si rinnova
ad ogni piè sospiro
e le ciglia mute
all'incanto della psiche.


Cercando Pessoa
tra ciliegi e castagni
in una grotta di silenzi
che sa inghiottire il mare
e passi misurati
su bracieri ammiccanti
che declinano al fato
la desinenza di nuove impronte
mi sottometto
alla magnificenza dell'attimo.


Ho cosce sorde
e lamenti afoni
all'invadenza del tempo
che lobotomizza il pensiero
e ho euforia di momenti
se le mie dita sfuggono
al ridondante cliché
di una mano a comando
che stupra il sogno
di un'infanzia interrotta.


Obrigado Pessoa
Muita saudade.



Share |


Poesia scritta il 08/11/2017 - 20:38
Da Enrico Danna
Letta n.518 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


E' divinamente bella!!!
E Pessoa onorato!
Complimenti

margherita pisano 09/11/2017 - 21:36

--------------------------------------

ENRICO D. Bellissima poesia...

mirella narducci 09/11/2017 - 09:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?