Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Un cielo stellato...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...
La dea bendata non c...
Memorie antiche...
Ho bisogno...
Luna...
UN FULMINE A CIEL SE...
GRAZIE ALL'AMORE......
MA CHE COLPA ABBIAMO...
Ritrovarmi...
Chiedi all'universo ...
Sognando gli aquilon...
Il simbolo dell'appa...
Chi pensa che, per e...
Isola che non c'è...
La cultura dell'amor...
E VIENE SERA...
INCOMPRESO SCAPIGL...
Notte...
C'eravamo tutti....
Prologo...
Senza nessuna cura...
NOI...
Suggestioni campestr...
LA LUNA...
Luna...
Afflato di luna...
In mezzo al gelo...
L’Alba del Serafino ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Nel giardino dell'orco.

Ho piantato una rosa
le ho dato il mio nome
le ho dato il mio amore
l'ho annaffiata con le mie lacrime
l'ho concimata con il mio sangue.


Adesso lui la vuole calpestare
la vuole sdradicare
la vuole uccidere
ma io non voglio
che le faccia del male
ne ha già fatto tanto a me.


La difendo col mio corpo
mentre lui mi frusta
ma anche se sento dolore
continuo a difendere la mia rosa
dalle mie cicatrici e dai miei lividi
schizza del sangue
che scorre e fluisce tra i solchi della terra.


Adesso non ci sono più
mi ha uccisa
ho pianto
ho sofferto
ho sanguinato
ma nel giardino dell'orco
adesso son nate tante rose
e col loro profumo
inebriano il paradiso.



Share |


Poesia scritta il 28/11/2017 - 14:30
Da Emanuele Cilenti
Letta n.445 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie mille troppo gentili, alla prossima.

Emanuele Cilenti 28/11/2017 - 23:51

--------------------------------------

Tutto ciò che è fatto con amore è a immagine della nostra anima.....
Bellissima questa poesia che parla di vero sentimento, impersonato da uno dei fiori più belli, e di quella crudeltà che non è in grado di cogliere nessun valore....!
Buonanotte....

Alessia Torres 28/11/2017 - 23:20

--------------------------------------

Una poesia che si commenta da sola
parole che toccano anima e cuore.


Ciao Emanuele caro
è staro un piacere ritrovarti.
un abbraccio grande.


Maria Cimino 28/11/2017 - 20:41

--------------------------------------

Esattamente, grazie del commento

Emanuele Cilenti 28/11/2017 - 18:55

--------------------------------------

Un innalzare la propria anima per una rosa, farsi far del male per vedere un giorno spuntare delle rose, qui sinonimo di vita e di amore. Giulio Soro

Giulio Soro 28/11/2017 - 18:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?