Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gioventù 1968...
Se sei onesto e buon...
La palla lanciata gi...
Scendere...
Un velo sottile...
Il contrasto dei col...
Per...sopravvivere...
Lingue lunghe...
Il violinista...
Com'è difficile.......
Arrivare alle stelle...
Perchè piangi?...
haiku a...
Libertà...
Per Te...
Il Maggiore Lionel W...
Venti di guerra...
La vita come le stag...
Anima e corpo in gin...
GALLI...
Se entri nella mia v...
Argonauti...
SONO UN ANGELO...
Moda...
Il primo amore...
Il forestiero...
Più dai risorse, buo...
Soverchio...
Questo amore impossi...
Distopico...
Mormorio di bandiere...
Le cento candeline...
Come in trincea...
L’immaginario si fon...
Il piacere guasto...
Oltre le rughe...
Ti guardo...
TRAMONTO...
Betelgeuse...
L’Atmosfera misterio...
IL DIALOGO...
Spicchi...
PRIMAVERA COVID...
Lo sgretolarsi di az...
A LUCIANA...
Il colore della giov...
LA MAREA E L' ...
SILENZI...
La sensibilità non è...
Pensieri solitari...
Tutto ciò che viene ...
Composizione n.385...
ACQUA...
Firma...
L'ANGELO...
A Ilaria...
vecchia ferrovia...
Con i suoi colori...
PHARAOH'S CURSE. Man...
Lucrezia e l'amore a...
Solo un sorriso...
Affini son quelle an...
Le quattro stagioni...
Seduta davanti al ma...
IL VENTO...
Mix gastronomico, le...
Nessuno è libero...
Miracolo d\'amore...
incognite...
UNA VOLTA AMOR...
'O panariello...
Pandemia...
L'ultima ladra...
L’altro viaggio 16/1...
IL RIFUGIO...
Ogni cosa che cambia...
Clone...
FLUTTUANDO NEL VENTO...
Ciao...
Annabelle...
Il solitario....
AD INIZIO APRILE......
Il piccolo Drago...
IL MISTERO...
Ciliegi in fiore...
È IL CUOR CUSTODE...
Grano Oro...
L’amore non ha confi...
Dove sbocciava l’ari...
La Colomba...
Una libellula a Bene...
Semmai...
Vorrei piangere...
Jack...
Attendere navi che n...
Che grande farsa è l...
Nei luoghi sacri (c...
ERBA CATTIVA...
Dalla montagna al ma...
Siamo tutti unici e ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Nel giardino dell'orco.

Ho piantato una rosa
le ho dato il mio nome
le ho dato il mio amore
l'ho annaffiata con le mie lacrime
l'ho concimata con il mio sangue.


Adesso lui la vuole calpestare
la vuole sdradicare
la vuole uccidere
ma io non voglio
che le faccia del male
ne ha già fatto tanto a me.


La difendo col mio corpo
mentre lui mi frusta
ma anche se sento dolore
continuo a difendere la mia rosa
dalle mie cicatrici e dai miei lividi
schizza del sangue
che scorre e fluisce tra i solchi della terra.


Adesso non ci sono più
mi ha uccisa
ho pianto
ho sofferto
ho sanguinato
ma nel giardino dell'orco
adesso son nate tante rose
e col loro profumo
inebriano il paradiso.



Share |


Poesia scritta il 28/11/2017 - 14:30
Da Emanuele Cilenti
Letta n.526 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie mille troppo gentili, alla prossima.

Emanuele Cilenti 28/11/2017 - 23:51

--------------------------------------

Tutto ciò che è fatto con amore è a immagine della nostra anima.....
Bellissima questa poesia che parla di vero sentimento, impersonato da uno dei fiori più belli, e di quella crudeltà che non è in grado di cogliere nessun valore....!
Buonanotte....

Alessia Torres 28/11/2017 - 23:20

--------------------------------------

Una poesia che si commenta da sola
parole che toccano anima e cuore.


Ciao Emanuele caro
è staro un piacere ritrovarti.
un abbraccio grande.


Maria Cimino 28/11/2017 - 20:41

--------------------------------------

Esattamente, grazie del commento

Emanuele Cilenti 28/11/2017 - 18:55

--------------------------------------

Un innalzare la propria anima per una rosa, farsi far del male per vedere un giorno spuntare delle rose, qui sinonimo di vita e di amore. Giulio Soro

Giulio Soro 28/11/2017 - 18:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?