Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Confuso (mi innervo,...
Il dubbio...
Ansia sociale...
Memoria...
Il colore dei ricord...
ti lascerò andare...
Auschwitz 1943...
PENSIERI...
Il segno...
Haiku19...
Sentirsi soli...
finestra...
Dal buio alla luce...
Il Sole...
Il giorno della memo...
Di Luna, e del suo a...
Io, la Valle e Trism...
Amarti tutta la vita...
solo un cantastorie...
RESILIENZA...
Sant'Ambrogio 2020...
Dachau...
Echi nel vento...
HAIKU Z...
Favola sotto il ciel...
San Silvestro...
Un giorno come tanti...
la spalla...
Vinca il migliore?...
Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...
INCANTAMENTI...
IL BACIO...
Scorrono i giorni...
L'ARIA DEL MATTINO...
Haiku 66...
Cresco...
Il Dubbio...
Questa notte...
Nonostante tutto...
Sono figlio di una p...
Nuovo infinito...
AI MIEI FIGLI... ...
Terra di nessuno...
Ancora oggi siamo....
La Magia d'un tempo...
Diamanti...
L'OMBRA DEL PASSATO...
Il messaggio di Pasq...
la lunga strada per ...
A piedi nudi...
Storia di una badant...
A MIO PADRE...
Dedica...
Il bambino prodigio...
Siamo diversi per l...
Via del Sito...
L’identità...
L'inferno è sulla te...
I giovani e la crisi...
MILLE FORME...
HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L’ora scendeva lenta ed il tempo

L’ora scendeva lenta ed il tempo
come miele delle tue labbra
e spighe dondolavano nel giugno che veniva


e quale giugno si scioglieva
oltre il fluttuar della tua gonna a fiori


Hai paura... mi hai detto
paura dei tuoi occhi neri


li ho visti nell’ombra
cercare il silenzio più nascosto
per brillare...


Sei una zingara... dissi...
e le colline si scioglievano
dolci ai tuoi capelli


...forse... un zingara... e ridevi


L’ora scendeva lenta ed il tempo
come miele delle tue labbra
e spighe dondolavano nel giugno che veniva


Vedi quest’albero... dicesti
profumi nuovi portava screziati nell’aria
ha tre volte i tuoi anni
e per due inverni restò tra le foglie del selciato


C’era un selciato qui...?
Uh si... ed una casa grande... immensa nel sole
dove tu vedi solo pietro...


io... io ci giocavo


Fu allora che un brivido mi corse sulla schiena


L’ora scendeva lenta ed il tempo
come miele delle tue labbra
e spighe dondolavano nel giugno dei tuoi occhi neri...



Share |


Poesia scritta il 22/01/2018 - 15:39
Da Franco Libecci
Letta n.329 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


bella bella e tu sei bravo

daniela cesta 25/01/2018 - 23:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?