Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Nonni....
Delicatezze...
Ogni tua parola...
ODIO BARBARICO...
Non a mare...
Watteville...
ED ANSIE COLORAI D'...
METAFORE (3)...
Il Giorno Dopo...
I giorni di un bacio...
Ultima strada...
Un bacio...
Abbandonati al gioco...
PROFUMI...
DOVE VIVONO GLI DEI...
Brezza...
A casa...
Normalità...
Patetico Novembre...
Non attendere oltre...
Ore d'oro e di piomb...
E' NOTTE ACCENDI...
Indimenticabile rico...
Senzatetto e non sol...
Addio del vecchio po...
Riverso in versi...
Haiku 16...
Dopo una notte di li...
Se...
E le stelle ad osser...
Puzzle...
Mai più....
Tanka 12...
Un pomeriggio...
HAIKU N...
GUARDAMI...
Tony Ligabue,arte e ...
Dove batte il cuore...
il ragno e la mosca...
UNA GOCCIA...
La notte è una testa...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
15 Novembre 2019...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Guerra

Il vino trema al passaggio dei carri …
la tavola imbandita perde la sua armonia,
qualcuno lentamente si avvicina al davanzale … guarda
i bambini si nascondono, quando vedono i soldati,
i solchi dei carri lasciati sulle strade polverose
si riempiono di…
il fratello più vecchio infilandosi la giacca, saluta, guarda, e se ne va’.
L’anziano padre uscito sulle scale intravede il figlio correre
nell’orizzonte,
lenta e pesante cade la sera, quando nel paese le strade sono vuote
e il bagliore delle bombe illumina le ombre,
i bambini impauriti si stringono alla madre.
la stessa, pensa al figlio più vecchio e piange.
l’ennesima lacrima cadendo riempie i solchi
lasciati dai carri sulle strade,
scorrono carri e scorrono lacrime,
il figlio più vecchio,
immaginando il padre anziano sulla porta,
pensando alla madre che stringe i fratellini,
abbandona il suo colore dagli occhi,
lasciando che la sua ombra rifletta,
il sorriso dei bambini, quando salutano i soldati.


Share |


Poesia scritta il 28/11/2010 - 16:30
Da marco mazzurana
Letta n.594 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?