Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...
L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...
Chicco Balleri...
Lampo....
Sire (cugino August ...
La memoria...
Archor...
Lalla...
Il mese dello Squarc...
IL VAMPIRO DICE ...
Lo spettatore...
Guidare la propria v...
Il cane...
Mormora (Concorso po...
Cuore felice...
Grotta del fico...
Dove sei?...
INTRECCIO...
Errare...
Oltre il tempo...
volevo descrivere fi...
Noi...
Cuccioli del mio cuo...
Cambio stagione...
MEDICI E INFERMIERI...
Si sa, l'unica cosa ...
Per te solo per te...
OTTOBRE...
La voglia di fare l'...
Un gattino come dono...
LA MIA MUSA...
equilibri...
Magutt...
Pareidolia (oppure ...
Il rumore delle onde...
Note d'amore....
Guarderò il futuro...
La mia gatta Gelsomi...
COVID-19: in Cina i ...
Fragore...
Evasione...
Pioggia...
Questa specie d\'amo...
Avanzare?...
FORMICA...
Ti aspetto....
HAIKU G...
I fiorellini del mio...
Il poeta e' prima di...
Il silenzio è quella...
La leggenda della Na...
SULLE TRACCE DE...
Tradurti...
VIBRANTE DI VITA...
Al mio cane...
Il buco...
Sedoka 13...
Non aprire agli scon...
Il concetto di infin...
LA BARCHETTA DI CART...
VETERA ITINERA...
La ballata degli ero...
Clochard...
La strega del paese....
Il Sole...
PERBENISMO...
Nell'insieme intorno...
Pedro...
Una squadra di calci...
In questa notte...
La culla...
La verità della nott...
FREDDO ADDIO...
La prima volta che h...
Ottobre...
Ho visto cose......
Vento...
Vita Eucaristica. L...
Principessa gatta...
Vorrei che bastasse...
Statale dodici...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



IL PECCATO NON E' DONNA

Il peccato imperfezione
dell’essere umano.
Solo perché donna
ne rappresenta il simbolo.
La castità rifugge i sentimenti.
Trattieni i respiri, ma vivi
trattieni le lacrime e combatti
non trattenere le passioni
amare non è peccato.
Donna, senza la tua sensualità
sei una rosa senza profumo.
Angelo candido, preda ambita
del peccato supremo.
Tuo padrone, quel demone,tentatore
che nel paradiso perduto
rubò la tua ragione
e fece di te un Eva piangente.
Strappate le ali rimase
quel tuo cuore grande
che fa del peccato essenza d’amore.



Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 25/06/2018 - 10:56
Da mirella narducci
Letta n.443 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Mirella certo no Non è peccato...
è quello che, liberamente,
una donna desidera che sia...
Ma... ci sono ancora molti ma nella convinzione comune...
Brava...Complimenti!

Grazia Giuliani 25/06/2018 - 20:02

--------------------------------------

Bellissima e vera. I vecchi tabù man mano stanno sparendo, dando alla donna piena libertà di espressione, anche per ciò che riguarda il sesso.

Teresa Peluso 25/06/2018 - 19:57

--------------------------------------

Basta intendersi sul significato di peccato...
Bella e significativa

Roberto L 25/06/2018 - 18:55

--------------------------------------

Bella e espressiva.

Massimo Tovagli 25/06/2018 - 16:55

--------------------------------------

Mirella assolutamente no, non lo è...condivido i tuoi splendidi versi, perché finalmente la donna riesce a vivere pienamente la sua sensualità, senza essere castigata come in passato...anche se il tabù è rimasto per certi versi, profondamente inciso nell'inconscio...ma si libera dal peso e dal "peccato" assurdo che è stato dato!!! Poesia bellissima. Complimenti da donna a donna!

Margherita Pisano 25/06/2018 - 16:47

--------------------------------------

MIRELLA NARDUCCI. Piano piano stanno cadendo i tabù che la tradizione ci ha tramandato e che hanno retto per secoli ed influito sul comportamento umano. Alla donna venne ritagliato una morale che comprimeva il desiderio dell'amore esiliandolo dentro un confine asfittico ed angusto. Ultimamente però essa ha saputo reagire liberando il corpo e la mente ridando fragranza e profumo ad una rosa altrimenti "avvizzita". Tema delicato e complesso affrontato con ottima capacità espressiva. Complimenti, ciao

Francesco Scolaro 25/06/2018 - 14:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?