Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Luce incerta...
IL TUO VOLO...
DANZA...
QUELLA SERA...
QUALE POESIA?...
SONO CIO' CHE VUOI...
CON LEI VOLEVO RIPAR...
CHE STRANO...
Romanzo autobiografi...
ADESSO...
03:00...
haiku - giusto il te...
Haiku' - Giù -...
Scoccata La Scintill...
Bivio...
Il Poeta percepisce ...
La poesia in una ser...
UNA SERA...
Ai coraggiosi...
Vintage...
La sera...
Particolari esperien...
Non è più debole chi...
verità...
IL GIOCATTOLO...
Ancora piove...
Jonny il Pulcino...
La ragazza di Meana...
LA SECONDA GIOVINEZZ...
Lupin...
DOLCEZZE...
La sera....
Lancillotto abita qu...
@ Rossana...
Di notte...
Comunicazione non ve...
Nel mio nulla...
Infinito...
La gallina dalle uov...
Due parole...
MILKY CUCCIOLO...
Pensiero notturno...
Sillabari...
Ad Oriente...
La ferita...
Parole nel vento...
FRAMMENTI...
Caccia Misericordios...
Valigie....
Dolce amica......
STERILITA'...
Un ricordo...
Canto Aprico...
Pomeriggio...
Implacabile divenire...
Poesia in “Codice Be...
Una lacrima sul viso...
Serenata d'inverno...
Non c'è...
Vento...
Ode a Cuore di Burro...
Attendo la notte...
Cose così...
Gloria...
COMPLEANNO...
Un gatto in cielo...
LUCERTOLE...
La ragazza che diven...
AMORE MIO...
DOVE NASCE L’ALBA...
L'inconscio, follia,...
Chi è il malvagio?...
Haiku...
La notte dell'uomo...
Senryu nr. 4...
omaggio a san Paolo ...
La carne è fragile...
Verde...
Legami...
Incipit d\'amore...
Haiku'...
IL NOSTRO PARA...
Vita...
L'impulso...
FILASTROCCA IMPROVVI...
MI PIACI...
Nonna sorridi...
L’intero...
PER QUESTO AMORE AMA...
La venditrice d'amor...
Un angelo possiede u...
Le stagioni...
Più avari siamo di m...
SUSSULTI D'AMORE...
Canzone popolare...
Ma che cavolo !...
e non mi sento più s...
Così...
RICORDO UN BAMBINO...
il merlo canterino...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Senso di colpa

Il sole si cela dietro la montagna e mi lascia un pò in pace
ho in mente ancora i sonagli dei serpenti e l'odore di bruciato sulla mia pelle
Volevo solo camminare sul prato di margherite
mentre quella giovane donna sbucava da dietro quell'albero
Uccidi tutti i luoghi di culto affinché io possa liberarmi da questa oppressione
La notte si fa scura per cercare di nascondermi meglio
non esiste Dio con la quale devo fare i conti in queste ore che non simigli a me stesso
Ho una vita piena di noia circondato da persone di paglia
ho una vita piena di nulla circondato da persone bloccate
Uccidi tutti i luoghi di culto
affinché qualcuno non tema di essere vivo per davvero
Il giorno inizia di nuovo a fare il giro dell'isolato
la vita repressa ha il ticchettio pesante dell'orologio della chiesa
Uccidi tutti i luoghi di culto
affinché qualcuno si liberi del senso di colpa lasciato in eredità
del senso di colpa sempre vivo chissà per cosa?


Share |


Poesia scritta il 09/08/2018 - 16:19
Da Ernest Navi
Letta n.148 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Hai interpretato benissimo le mie intenzioni Margherita. É un'opera un pò difficile da capire,sono felice che tu ci sia riuscita e che ti sia piaciuta. Grazie

Ernest Navi 11/08/2018 - 14:28

--------------------------------------

Ciao Ernest...è interessante il tuo pensiero, una ribellione primordiale che scaturisce dall'inconscio...per andare oltre ogni misura, palesata e infierita da millenni di storia, nella non storia che scorre dentro noi! Condivido e apprezzo la tua profondità... chi sa' sciogliersi in riflessioni è capace di attuare cambiamenti di coscienza e può cambiare in qualche modo anche l'esterno!

Margherita Pisano 11/08/2018 - 10:41

--------------------------------------

Ciao Roberto;a dire il vero non mi rivolgo a un Dio femminile, "quella giovane donna sbucava da dietro quell'albero" é una immagine onirica che ho usato per descrivere un concetto. Mi rendo conto che il testo é così complesso da poter risultare incomprensibile Comunque ringrazio tanto te e Laisa per l'attenzione e gli apprezzamenti. A presto a entrambi

Ernest Navi 11/08/2018 - 10:27

--------------------------------------

il senso di colpa uccide, vero....
ma cosa saremmo se nn avessimo il senso di colpa? bestie, forse
in ogni caso, splendida

laisa azzurra 10/08/2018 - 20:18

--------------------------------------

Il testo è originale e molto intenso. Pur non condividendo il messaggio, apprezzo molto lo stile accorato e suggestivo. Singolare e comunque apprezzato il rivolgersi ad un Dio "femminile"

Roberto L 10/08/2018 - 11:36

--------------------------------------

È uno scritto che vuole raccontare il senso di colpa e oppressione che incutono le religioni monoteiste. Con "Uccidi tutti i luoghi di culto " pradossalmente intendo un ipotetico dialogo con Dio che nella mia visione é completamente slacciato dalle religioni monoteiste stesse. É un pò surreale e un pò mistico questo mio sfogo. Ovviamente é una mia visione personale e so che ognuno ha la propria. Comunque grazie per l'attenzione che mi hai dedicato mirella

Ernest Navi 09/08/2018 - 21:52

--------------------------------------

ERNEST...Sembra oscuro questo tuo scritto...il senso di colpa è legato ad una azione non corretta, ingiustificabile. Noi uomini non siamo perfetti, possiamo giustificarci assumendo le nostre responsabilità. Il senso di colpa è prendere atto delle nostre debolezze, quello che vuole Dio non è certo incolparci delle nostre azioni è la nostra coscienza che si ribella!! Scusa per la riflessione è stata spontanea.
5*****

mirella narducci 09/08/2018 - 18:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?