Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non so se sia giusto...
LETTERA A MIA MAMMA...
A quest’ora le nuvol...
E poi cadi......
L’occhio Destro....
RICORDO DEL PRIM...
Fiume...
GIORNO NEBULOSO...
Messaggio in bottigl...
PER TE...
COSA C'È...
EUROPA...
La notte alle porte...
Un bambino mai nato...
Scrivere dislessico...
PORTAMI NEL TUO MON...
Le parole che.mancan...
Quand\'è che riuscia...
A mia madre...
PRIMAVERA...
Svanisci...
Ics...
Lacrime di nostalgia...
Come stai...
Come volevi tu...
PREGHIERA DI UN BAMB...
Duetto verde bottigl...
DIMMI...
L’importante è esser...
Non dimenticarmi...
BAGNO A MEZZANOTTE...
ARMIAMOCI DI AU...
Haiku 3...
Impara a respirare...
LA TRAGEDIA DELLA VI...
tramonto di maggio...
Cap 4. I Delitti Del...
TU LA CHIAMAVI MAMMA...
Sei tu soltanto...
IL suonatore di seni...
Scomparsi...
Giorni amari...
Realtà Surreale...
Chi sono?...
Lontano è qui?...
Stella Regina (filas...
Bali...
SE POI ANCHE IL CIEL...
Libertà e finzione...
Addio...
Tu che vivi nell'ing...
Sto bene...
Nel segno del cancro...
Universo...
Haiku L...
C'era una volta......
Il volo del Gabbiano...
Tra cento anni…...
Febbre...
Primavera montana...
Haiku c...
ASPETTARE...UN ABI...
Ritratto...
I commensali...
La voce del silenzio...
La burba...
Portami dove sei fel...
Senza timore...
VITA DA NONNO...
Haiku 6...
Il mugnaio...
ANIMA NUDA...
...di lei con me...
Nonostante tutto...
IL CUORE DEL RE...
Manca...
Nessun verbo...
Se la passione è il ...
In immensità di sogn...
a giovanni falcone...
VORREI PARLARTI...
Due vecchie amiche...
Il volto di mia madr...
COME SPIGA...
Cresce bene il bambi...
Di te...
Solo un sorriso...
LA REGINA MORGANA...
Temo la morte come l...
Chiesetta di San Gio...
…...
MAMMA...
Cent'anni di solitud...
Sicurezze...
Il cacciatore...
fibromialgia...
Nella mia poesia, ma...
Grazie, mamma...
Ninna nanna per te M...
L' amore ha pazienza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Cosa Eravamo

Che poi..
era solo per farsi compagnia,
Senza lasciar sola la solitudine
Era per essere parte di un gioco
In cui nessuno perdeva o vinceva
Era per non avere nostalgia
Di quando si credeva nella poesia
Era per non gettare via
Degli occhi che si eran riconosciuti
Era per dare un senso a cuori strani
Impazziti a rate nella melma dei sogni
Era per digerire i vuoti d’aria inghiottiti
Passeggiando per strade grigie e vuote
Era per non perdersi del tutto
Mente tutto si poteva lasciar perdere
Era per non dimenticare canzoni stonate
Che si potevano cantare prima di dormire
Era per ritrovare la dolcezza
Di una mano agitata che passava un accendino
Era per non cedere all’ovvietà banale
Che si cela dietro ai soliti luoghi comuni
Era per potersi annusare tra simili
Senza doversi mai spiegare
Era per lasciar ad altri il bisogno di parole
E sentirsi vicini nel silenzio del mare
Era per toccare pelli lisce sospese
Tra la terra e il cielo
Che poi..
era solo per non ammettere
Di non voler mai più amare.


Era per questo ..
solo per questo.


Era tanto tempo fa.


M.



Share |


Poesia scritta il 16/09/2018 - 23:15
Da Lylas Lena
Letta n.226 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Complimenti...semplice e realista.
Piaciuta molto...


nivola pettria 18/09/2018 - 00:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?