Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ERN-RUBR...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...
Le note del cuore...
Dedicato a GRP...
orme...
I miei Sogni...
FIORE APPASSITO...
Sul margine del mare...
Maestri...
LA MIA STAGIONE...
Emozioni...
IN ATTESA DEL MUSICI...
Oltrepassa la mia so...
Sensi...
le due foto di papà...
SOGNANDO CON LA MAMM...
Sarebbe bello......
Appresso alla notte...
Poi la luna...
Acrostico - Impronte...
L'evoluzione della v...
Donna...
Monti Sibillini...
Furore...
Antiquariato...
DESTINO SENZA FACCIA...
L' ABITUDINE...
Dove io finalmente a...
Bambù...
... così ti guardo...
La poesia e' un seme...
La poesia che ha la ...
Sua Maestà...
tempo effimero...
Gusci...
Quel tuo profumo...
meteo (previsioni)...
Decisioni difficili ...
Assisi...
Altri gabbiani...
Vivere...
Come spiragli...
haiku 39...
Lascia mi andare...
Acqua...
Graziella Silvestri ...
Il sole aveva una me...
Ridere è una malatti...
Vita quotidiana...
OCCHI...
ARRIVA DAL CIELO...
UN MARE DI RIF...
HAIKU U...
2047...
La voce del silenzio...
Tanka 23...
Un falco per Natale...
Jingle bells...
Riflessione 7...
LA MIA PRIMAVERA...
Possessività...
A Nino...
In una conchiglia la...
Indugia il sole...
Perdonare è la strad...
Visitare Cagliari...
Il labirinto del vac...
Estate di un tempo r...
Splendida Follia...
Depressione...
Il ricordo...
luce invernale...
Tunnel solitario...
Geneoelegia enologic...
In sella ad un caval...
TI HO VISTA...MADRE...
OMAGGIO ALLA P...
Ve lo dico con cruda...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

A MIO PADRE

Mi sforzo di parlare
la lingua dei poeti,
sperando che tu la possa
sentire.
Memorie si accalcano,
il cervello implode mentre
il cuore
piange lacrime amare.
La nera signora
decise che l’ora era giunta,
portandoti via in un caldo
pomeriggio primaverile.
Era maggio, il mese dove
le rose rinascono
e con loro
lo facevi anche tu.
Adesso riposi all’ombra
di un giardino e dal tuo posto,
lì, in alto,
baci noi
ed il sole illumina il tuo
cammino.


Share |


Poesia scritta il 21/08/2019 - 20:48
Da Poeta Errante
Letta n.114 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Poesia che si commenta con un nodo alla gola...speriamo sia così...
bella...

Grazia Giuliani 22/08/2019 - 16:14

--------------------------------------

Grazie per il tuo commento MastroPoeta. Spero che qualcosa ci sia dopo e di conseguenza che le nostre parole giungano ai nostri cari.

Poeta Errante 22/08/2019 - 10:25

--------------------------------------

Pensieri e ricordi meravigliosi nella lingua dei poeti che anch'io mi domando se il mio di padre, in quella fredda mattina di febbraio, ha potuto comprendere

Mirko (MastroPoeta) 22/08/2019 - 09:03

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?