Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...
l\'errore...
Il primo bacio...
Tradire...
SONO STATA...
Il recapito...
l'embrione dell'amor...
Se fossi vento...
ITALIA BELLA...
un gatto randagio...
HAIKU F...
Ascolta il vento...
Dialogato...
Haiku n°8...
Pianura...
Figlio/a...
Voglio raccontarti...
NEL SOLE AL TRAMONTO...
Caramelle. Alcune...
AMAMI...
Fiume...
L’ignoto sporge alla...
Stagno...
Il Potere della Real...
Feto non fummo per v...
SULLE ORME DE...
Silenzi...
La mia Anima è circa...
Lo spaventapasseri...
Non ho paura del bui...
Gli insaziabili...
E io...
Betulle...
Alfabeto...
LA FINE DELL\'ESTATE...
forse lei voleva las...
Chissà se un giorno...
Caffè amaro...
Vita più dolce...
STORIE DI CIELI E DI...
La D è la B di bandi...
A casaccio...
Settembre...
Jean, il pittore...
Creazione...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Divenire rugiada

Adagio sull'erba di questo smeraldino prato
il mio peso or leggero
ch'ormai il mio corpo, di vita stremato,
è soltanto un pensiero aggraziato
di intrecci di vento
che ogni tanto,
qua e là,
accarezzano un pianto,
un lamento,
un dolore già spento.


Dei fiori ch'io colsi
ricordo le forme,
i profumi,
i colori sgargianti
e mai la vita che tolsi.

Dei fiori ch'io colsi
rimembro gli sguardi,
i profumi,
i gesti eleganti
e mai il sorriso che tolsi.


La Rosa la uccisi per gli aculei pungenti.
La Viola in una tiepida notte d'estate.
Il Papavero stanco di tizzoni troppo ardenti
e notti passate
a digrignar denti.
I Tulipani per le lunghe rosate passeggiate,
le Margherite tra le grinfie delle boschive fate.


Alcune per anni.
Alcune per niente,
a volte per gioco.
Il tempo di scolpirmi un volto
e poi esiliate dalla mente
o in qualche suo oscuro risvolto.


Adagio sull’erba, di questo turchese prato,
le mani or d’esperienza e tocco lieve
che sanno ormai movere, come delicata brezza,
lo stelo più sottile assieme a quello più greve.

Le adagio ma non colgo.


Osservo per ore.
Ore ed ore.


Osservo e non colgo.


Esperto spettatore.


Vi esorto:
coglietemi voi!


Ch’io son Acqua e non Fiore.


mf



Share |


Poesia scritta il 21/08/2019 - 21:08
Da Michele Facchini
Letta n.91 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Lieta di aver 'colto' questa poesia :)

Atrebor Atrebor 23/08/2019 - 09:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?