Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un riflesso già vist...
A due passi dal Para...
La luna degli amanti...
AMORE ILLUSIONE...
Senza di me...
Stagioni...
BANALITA'...
IL TUO PROFUMO...ANC...
Ma può reggere il pa...
Ottobre...
Penso, e dunque non ...
Haiku 13...
Cadaveri d'inchiostr...
SUL MIO VISO CAREZZE...
Il sole tra gli albe...
Stella...
Snake...
I colori.della stagi...
Cara comunità di Ogg...
Pensieri / incerti...
marivelgioso crevlel...
L’ora di pentirsi...
Ali di carta...
TI STAVO CERCANDO...
Luce alterna...
Specchio...
Soltanto quattro mur...
L'ultimo traghetto...
Ti ho pensata una se...
Assimilo gli alberi...
Da qualche ora...
Gli occhiali...
DOVE SVANISCONO ...
HAIKU H...
Tempo d'Amore...
Reminiscenze...
ONDE...
Sconosciuti mondi...
Giotto e l'invenzion...
Pinnettas...
Vorrei gridare al te...
Cinque candeline...
Haiku 12...
I miei pensieri...
Certe volte capita...
19:53...
Fiabesca...
Oltre il vento del c...
Lei...
Sei tu....
Climbing...
Al costo di un franc...
Versi sciroccati...
PENSIERI ALLA ...
PRIVATO...
L'ultimo torneo del ...
La guerra...
PRIMAVERA...D'AUTUNN...
Cedo il passo alla p...
L'uccellino e il pes...
Velata...
Non lo sapevo...
Sogno di un bambino...
Alla stazione ferrov...
Haiku n 3...
Haiku 11...
Amore senza silenzi ...
Pianto di sale...
La psiche...
Tanka 1...
l'amicizia è......
Notte senza luna...
A Giulio Tiberio...
boschi d'ottobre...
AMABILE CREATURA...
Mi hai fatto innamor...
Metafora auttunale...
In attesa...
Sguardi...
Quell’espressione di...
Stelle...
Con me passeggiando...
IN QUEL SUO SAPERE...
LE PAROLE...
Come il ponte unisce...
Gita di terza Media ...
TU ERI UM ANGELO...
Oggi...
Scrivere...
Casuale...
E io dormivo...
The first memory...
Non dire mai....
LA METAFORA DELLA ME...
Dall'immensa finestr...
Negli USA vendono le...
IL SENSO DELLE COSE...
Minuscole sensazioni...
Poesia...
essere in attesa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ode al polacchino

Questo mondo così negletto
io attraverso
confortato,
con ai piedi un qualcosa di perfetto,
con due stringhe
ben allacciato.


In questo clima un po' irritato,
metto un passo,
poi un altro
e mi sento fortunato.
Se mi osservo un poco in basso
il mio occhio è affascinato.


Ho scelto un polacchino.
Di pelle scamosciato.


È mio compagno incontrastato
sulle strade e sul cammino.
Non c'è giorno in cui non
m'abbia accompagnato.
Ed io orgoglioso, indossato.


Stamane ci pensavo.
Come può un modesto oggetto
esser nato già perfetto?
Quale genio?
Che intelletto
possa avere partorito,
non una scarpa
ma un grande mito?


Poi ho capito.


Le cose han tutte una funzione.
Sono belle perché l'assolvono
non per estetica visione.


E così spesso è l'uomo
che si spoglia di struttura
per esser semplice strumento
di lavoro, crescita o cultura.


Com'è  ironica Natura che
ci fa girare in tondo.
Costruir case e castelli
per capir che in fondo in fondo
a noi bastan 2 lacetti
a tener strette due pelli
per camminar felici fischiettando
anche se a farci da sfondo:
questo
irritato,
negletto
mondo.


mf



Share |


Poesia scritta il 18/09/2019 - 08:20
Da Michele Facchini
Letta n.107 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


...la vedo come un siparietto sul palcoscenico o di una tv di un po' di anni fa... Curiosa, bella!

Grazia Giuliani 18/09/2019 - 19:46

--------------------------------------

Ciao Laisa
Grazie... E poi questo dà più valore ai tuoi commenti più positivi.
Mi piace cambiare, sperimentare... e ogni tanto stare un pochino più leggero.

Spensierato.


Michele Facchini 18/09/2019 - 18:18

--------------------------------------

Sarò sincera
Ti preferisco nella poesia, piuttosto che nella filastrocca
Ma è un problema mio
Molto bravo

laisa azzurra 18/09/2019 - 14:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?