Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LIBERO DI AMARTI...
Compassione...
IN QUESTA GUERRA...
La ragazza dagli occ...
ISTANTE MELANCONICO...
Strana estate...
Dolci pendii...
Scherzi della mente...
Pensando le margheri...
DIALOGO...
ALBUM DI FAMIGLIA...
COME NELLE FAVOLE...
Medusa...
Il colore giusto...
Preziosità silenzios...
Scorri e scivola nat...
Poesia (Haiku)...
Sabato quattro lugli...
Il Diluvio universal...
LA LUMACA...
C'est l'ètè...
La Ranocchia...
SE POTESSI......
Non sono di questa e...
Il cielo...
Trasognanza...
LA VITA CHIUSA ...
Mike (si può vivere ...
Poetica è la fatica ...
Ho sognato...
LE NOTTI CHE NON DOR...
Santiago De Composte...
Tutti scappano da me...
A dorso d'un secolo ...
Lenzuola al vento...
Il viale di sera...
Tremori...
La promessa...
HAIKU M2...
Smarrimento...
NUVOLE DI LUGLIO...
L' AEDO DEL SILENZIO...
Trottola...
Lungo le rive della ...
Haiku 01...
Il primo compleanno...
triste pietà...
Persa...
VENTI di PASSIONE (P...
Tornerò...
La menzogna anche se...
La fame è lo schizzo...
Sei ancora qui? (Seg...
Dall’Alfa all’Omega...
Insonnia...
Ardere...
Storie remote....
Il mio male il mio b...
Attori...
Maledetto Vento...
IL VIVERE DI OGGI...
DENTRO LA NEBBIA...
QUESTA NUOVA E...
ESTATE...
Verano...
Furetti e fiordalisi...
Mare e ricordi...
Entra dalla finestra...
Un ultimo compleanno...
IL CORAGGIO CHE SCAC...
L'inferno non si può...
Fantasmi dal passato...
Ovunque tu sia...
Riflusso...
Tanka 6...
Ah la calma!...
Aspettami...
Ricordi di un tempo...
LAGO D'ORTA...
ASTRO DEL CIELO...
Sirena...
Cola Pesce...
Oggi scrivo in rima ...
I giorni del sole...
A GIACOMO C....
Non si nasconde la l...
HAIKU B...
Sono invecchiata nel...
La Luce Blu...
I LARICI...
Yakamoz...
concedimi...
L'ombelico del quiet...
L’Eco di Avalon...
Nei miei sogni bambo...
DUE GEMELLI ALLO SBA...
Il cono...
Notte...
LA PIOGGIA...
Un sogno è come perd...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

AMABILE CREATURA

Avevi degli occhi
Che quando faceva buio
S’illuminavano,
D’un bagliore intenso
Quasi magico,
La stessa luce misteriosa
Di un qualunque astro
Sospeso nel cielo.



Ti ricordo distesa
Sulle mie ginocchia,
Immersa nel sonno,
O davanti
Alla porta d’ingresso
Quando rientravo dal lavoro.



Ma in questi ultimi giorni
Te ne stavi
In disparte,
In silenzio,
Quasi a vergognarti
Della tua malattia
Che non ti dava tregua.



Scusami
Se ho esitato
Ad accarezzarti,
So che volevi
Un po’ d’affetto
Per alleviare
Le tue sofferenze,
Ma vederti così
Ha incrinato le mie certezze
E mi ha reso fragile e impaurito.



Scusami ancora se puoi
E anche se
Il mio comportamento
Non é stato irreprensibile
Sono sicuro
Che in questi tredici anni
Ti abbia sempre voluto
Un gran bene
E considerata
Parte integrante
Della mia famiglia.



Ora come ora
Non posso
Che sperare
Che il tuo ultimo viaggio
Sia il più lieto
E il meno triste possibile,
Come lo é un lungo sogno
Ad occhi aperti.....



Share |


Poesia scritta il 17/10/2019 - 00:40
Da Mirko Faes
Letta n.198 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?