Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un bacio...
Abbandonati al gioco...
PROFUMI...
DOVE VIVONO GLI DEI...
Brezza...
Inanimato (mio)...
A casa...
Normalità...
Patetico Novembre...
Non attendere oltre...
Ore d'oro e di piomb...
E' NOTTE ACCENDI...
Indimenticabile rico...
Senzatetto e non sol...
Addio del vecchio po...
Riverso in versi...
Haiku 16...
Dopo una notte di li...
Se...
E le stelle ad osser...
Puzzle...
Mai più....
Tanka 12...
Un pomeriggio...
HAIKU N...
GUARDAMI...
Tony Ligabue,arte e ...
Dove batte il cuore...
il ragno e la mosca...
UNA GOCCIA...
La notte è una testa...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
15 Novembre 2019...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

AMABILE CREATURA

Avevi degli occhi
Che quando faceva buio
S’illuminavano,
D’un bagliore intenso
Quasi magico,
La stessa luce misteriosa
Di un qualunque astro
Sospeso nel cielo.



Ti ricordo distesa
Sulle mie ginocchia,
Immersa nel sonno,
O davanti
Alla porta d’ingresso
Quando rientravo dal lavoro.



Ma in questi ultimi giorni
Te ne stavi
In disparte,
In silenzio,
Quasi a vergognarti
Della tua malattia
Che non ti dava tregua.



Scusami
Se ho esitato
Ad accarezzarti,
So che volevi
Un po’ d’affetto
Per alleviare
Le tue sofferenze,
Ma vederti così
Ha incrinato le mie certezze
E mi ha reso fragile e impaurito.



Scusami ancora se puoi
E anche se
Il mio comportamento
Non é stato irreprensibile
Sono sicuro
Che in questi tredici anni
Ti abbia sempre voluto
Un gran bene
E considerata
Parte integrante
Della mia famiglia.



Ora come ora
Non posso
Che sperare
Che il tuo ultimo viaggio
Sia il più lieto
E il meno triste possibile,
Come lo é un lungo sogno
Ad occhi aperti.....



Share |


Poesia scritta il 17/10/2019 - 00:40
Da Mirko Faes
Letta n.68 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?