Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un giorno come tanti...
la spalla...
Vinca il migliore?...
Storia di una badant...
Il suono dei mostri...
Sorriso di stelle...
Sentirti...
Stagno...
Il pettirosso...
Chi salva...
Da Epigrammi Notturn...
Come hai potuto (ded...
Haiku n° 12...
UNA SERA...
Lo spettacolo più be...
Minimalismo siamese....
SEMBRA IERI...
Piccole Ali...
Che possa toccare un...
FINE DI UN AMO...
Non umana...
Portami via...
Notevole...
Dedicata a Grazia Gi...
I miei labirinti...
Metamorfosi...
La ragazza delle mil...
E' quando aspetti un...
Farfalla....
ANCORA ACCANTO A ME...
Sonno...
Storia di una badant...
La collezionista...
Si dice...
Stanca serata...
Nuvole e Gabbiani...
Andiamo avanti così...
Igor Michail...
Dell’inviolabilità d...
Canto del dove i sen...
Dammi...
In tempo di guerra...
Trilussa...
INCANTAMENTI...
IL BACIO...
Scorrono i giorni...
L'ARIA DEL MATTINO...
Haiku 66...
Cresco...
Il Dubbio...
Questa notte...
Nonostante tutto...
Sono figlio di una p...
Nuovo infinito...
AI MIEI FIGLI... ...
Terra di nessuno...
Ancora oggi siamo....
La Magia d'un tempo...
Diamanti...
L'OMBRA DEL PASSATO...
Il messaggio di Pasq...
la lunga strada per ...
A piedi nudi...
Storia di una badant...
A MIO PADRE...
Dedica...
Il bambino prodigio...
Siamo diversi per l...
Via del Sito...
L’identità...
L'inferno è sulla te...
I giovani e la crisi...
MILLE FORME...
HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...
Il riflesso...
IL MONDO MUORE...
Se volessi dar credi...
Strofinaccio...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Jeanne Hebuterne

Tra la polvere
di pietre scolpite
e affusolate figure
mise a nudo il suo cuore.


Così acerba
e lui così fragile
in un mondo
non pronto a capire.


Ma era forte
il suo giovane amore
e vinse
seppur disperato.


Per lui
musa e amante
si svestì del candore
per diventare donna.


Troppo intensa
però quella fiamma
bruciò in fretta
tra pastosi colori.


Senza lui
e senza più tempo
fece all'uomo
il dono più grande.


Scelse l'anima
per mostrarne la grazia
e restare
per sempre al suo fianco



Share |


Poesia scritta il 04/12/2019 - 22:59
Da Dario Menicucci
Letta n.270 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Bellissima per una storia triste e romantica

Alessandro Vieri 05/12/2019 - 22:45

--------------------------------------

Bravo, hai raccontato con delicatezza una storia d'amore drammatica...

Grazia Giuliani 05/12/2019 - 17:01

--------------------------------------

Delicatamente hai messo in versi una storia così difficile da raccontare. Molto bella

Achille Procuranti 05/12/2019 - 16:59

--------------------------------------

Bellissima poesia, sei riuscito a descrivere questa triste e delicata storia con rispetto dando un senso a tutto.

claudia bricchi 05/12/2019 - 13:14

--------------------------------------

Bellissima questa poesia. Di un grande impatto

Michaela Patricie Zaludova 05/12/2019 - 12:56

--------------------------------------

Ho provato a scrivere una poesia che esaltasse la dedizione e l'amore di questa giovane per Modigliani facendo prevalere l'aspetto romantico rispetto a quello drammatico dell'estremo gesto finale.

Amedeo Modigliani non dipingeva le pupille degli occhi dei volti delle donne che raffigurava. Una teoria romantica spiega questo sostenendo che la ragione va ricercata nell'incapacità dell'artista di vedere l'anima dei suoi soggetti. Gli occhi sono lo specchio dell'anima, non vedendo questa impossibile raffigurarli.

Forse la giovane donna togliendosi la vita ha pensato di fare un duplice dono, all'uomo ricongiungendosi a lui, all'artista mostrando la sua anima...


Dario Menicucci 05/12/2019 - 07:37

--------------------------------------

Jeanne Hebuterne è stata pittrice e unica compagna stabile di Amedeo Modigliani. Conosciuto l'artista, subito se ne innamorò. Aveva diciannove anni, lui trentadue. Nonostante la disapprovazione del padre e di tutta la famiglia andò a vivere con lui e l'anno dopo nacque una figlia.
Modigliani, squattrinato, incompreso e frustrato, conduceva una vita "da artista maledetto". Spesso faceva uso esagerato di alcol, non disdegnava droghe leggere e frequentava prostitute. La loro convivenza fu ulteriormente complicata dalla malattia che lo portò ad una prematura scomparsa nel 1920 all'età di 35 anni.

Innamorata e completamente sopraffatta dal fascino di uomo e artista che Modigliani emanava non sopportò il dolore. Si suicidò con il secondo figlio in grembo, al nono mese di gravidanza, il giorno dopo la dipartita del pittore.
..


Dario Menicucci 05/12/2019 - 07:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?