Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

+...
Una, nessuna, centom...
Strappi dell'anima...
La Grande Statua...
SEMPLICE PENSIERO...
In cambio di un tram...
TANKA 1...
Nel Canto della Sire...
Di lei parlerà il ve...
L'orecchino é impor...
Cuori innamorati...
Finestra...
Treno, mon amour...
Per chi ama la music...
Naracauli...
oggiscrivo...
Un respiro della not...
Aironi...
Stretta a te...
La pena capitale...
Cumuli di pioggia...
Bestiario di un corp...
Nell'acerbo sorriso...
L'amica alba...
Se la miseria del mo...
L' ALBA DELLA VITA...
Fragilità...
LETTURA ELEGANZA ...
HAIKU D1...
Nebbia e setaccio...
Decisioni difficili ...
Dove le parole finis...
Amare...
Di getto...
Mai la vita appare c...
I giudizi sono sempr...
Paperino non ricorda...
Derealizzazione...
Continua ricerca...
Sanguina il cuore...
Il Filo...
Senza un altro doman...
Me muae (mia madre)...
Dio sole...
Tanka 11...
All'amica ritrovata...
SEI BELLISSIMA...
Carnevale di fantasi...
A che serve tornare?...
LA PIUMA...
Tempo (misura terza)...
Tu, sempre con me...
Tanka 2...
TEATRO DI STELLE...
Sospiri...
AMORE...
Il re del ballo...
L’insegnamento del p...
Dedicata a Giuranna ...
tu esisti...
Ode Nonsense...
AMORE LEOPARDIANO...
Utopica speranza...
Doppio sogno...
Coronavirus ... quel...
Virus...
Dica trentatré......
La pazza...
Tanka 29...
Ci baciavamo...
tempo d'aurora...
Poi pensi di conosce...
Rondini in viaggio...
Virus......
Nel chiuder quella p...
La merlettaia...
HAIKU C...
Un danzare di voci...
Suggestione di Febbr...
L'ETA' DEL CINISMO...
Notte d'inverno...
Due amori all'età de...
IL DUBBIO...
Un giorno finito...
Spiriti protettori...
DANZA DELLA PIOGGIA...
La Casertana...
Notti infauste...
Se vuoi sapere a cos...
LE TUE MANI...
La luce dell'univers...
Non fermarti...
Sei tu il mio redent...
Il fiore di Ranchipu...
Decisioni difficili ...
Credevo......
Homo Italica...
Contrappasso...
Inverno...
Attorno alla cera...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Trilussa

Trilussa


Caro esimio collega
che la rima un po’ ci lega.
Sempre per interpretare
la verità sul tuo intercalare
romanesco ...
Mo vedo io se cce riesco,
scusa se sono modesto.
Ma tu signorotto d'altri tempi
scrivevi i tuoi sonetti.
Nei teatri e cabaret
ti destreggiavi avanti e indre.
Conosciuto nell'ambiente
non ti sfuggiva proprio niente.
Persino il Papa Re
non pregava più per te
ma ti leggeva chi sa perché.
Ammirato dai compagni
ma ai fascisti tu le cantavi.
Nella bella époque
con le donne
gran adulatore ma sempre
gran signore… conducendole
nell'alcova con le tue parole
rivelando al mondo la tua prole.
Ma di cani e porci ci son
pure i giorni nostri.
Ma con grande soddisfazione
pure io rimo le parole... Or
scusandomi dell'attenzione
la butto lì col cuore,
ma ancor il poeta ci vuole
per l'attuale situazione.


Francesco Cau



Share |


Poesia scritta il 21/01/2020 - 14:49
Da Francesco Cau
Letta n.118 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Ti ringrazio
l'unico toscano che conosco e il sigaro
Dai scherzo o conosciuto molti toscani e giuro simpaticissimi.

Francesco Cau 23/01/2020 - 12:06

--------------------------------------

Sul romanesco non ti posso aiutare Francesco ma la poesia scorre e zampilla come tutte le tue!
(mi offro eventualmente per il "toscano"!)

Grazia Giuliani 22/01/2020 - 19:44

--------------------------------------

Grazie Anche a te Santa

Francesco Cau 22/01/2020 - 19:32

--------------------------------------

Ma Grazie dolcissima simpatica Mirella narducci che sempre col cuore mi conduci.
E non te procupà se qualcuno del nostro romano riderà.

Francesco Cau 22/01/2020 - 19:31

--------------------------------------

A Ennio2 orsini SEI COME 'N'ARBERO DE BANANE: NE FACESSI UNA DRITTA!:

Francesco Cau 22/01/2020 - 19:29

--------------------------------------

ma pe' piacere...

enio2 orsuni 22/01/2020 - 17:37

--------------------------------------

A FRANCE... volemo dilla tutta? Sta poesia me fa ancora più bello, che ta detto er cervello, tu sei er poeta più fico quà dentro. Bravo te lo dice Trilussa e quarche un'antro. Non potevo non commentarti in dialetto romanesco non so se ci sono riuscita, spero di si. Notte

mirella narducci 22/01/2020 - 00:07

--------------------------------------

Grande personaggio della letteratura dialettale. Versi che scorrono come una cadenza allegra ed intonata. Bravo come sempre. Ciao

santa scardino 21/01/2020 - 22:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?