Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Figlio...
Sciame di foglie sec...
Nyx...
POTER SOGNARE...
HAIKU F...
La casa di Arianna...
L'Eleganza si manife...
Tramonta l\'Estate...
Lettera al cuore dal...
tepore d' Autunno...
Cuoricino...
A Ritroso...
Notte...
Prologhi d\'autunno...
willy...
Autunno che viene es...
Credi che mi sono pe...
Saper accettare i ca...
LUCIA...
Conto alla rovescia...
Il tuo sorriso è ent...
Albert Voss 1944...
Albero buono...
Ho chiesto di te...
TI VOLEVO SCRIVERE A...
Appagamenti...
LA MUSICA DEL CUORE ...
L’Alba del Serafino ...
Riconosciamo forme e...
Anni Sessanta...
RICOSTRUIRE IL C...
Tristezza...
Fisicità...
La barca...
E SE FOSSE L’AMORE.....
Sequenze da sogno e ...
Guardando questo cie...
Coltre...
SUA MAESTÀ...
Orchestra...
Simbiosi letteraria...
Tutto ebbe inizio. C...
Rifrazioni!...
Abbracciami...
I ricordi sono picco...
Notturno ma non trop...
Non volendo invecchi...
Tu sogni di notte?...
Tempo...
HAIKU E...
SENZA TITOLO...
A passo lento...
Sussurro...
Irrequieto sognare...
Nel giardino tutti c...
Il sogno.......
Contemplazione...
AL FARO...
scriverEsistere...
Vuoto...
I babbaluci...
Andiamo...
Per te...
RITORNO AL PASSATO -...
Sparse...
Clair de lune...
Si cercano ovunque M...
Cos'è l'amore...
Lorenza s'attiva (se...
SE CI PENSI…...
L'ultimo tocco di qu...
PALLIDO IL SOLE FORS...
Cinquant'anni d'amor...
L’Alba del Serafino ...
Giorgio...
In deserti dell'anim...
Il messaggio...
viola...
LE BOLLE DI SAPONE...
VIGNA...
Il cecchino...
ALLA DERIVA...
Obsolescenza...
Forse...
La tela...
ORA SO...
TROVARE LA FELIC...
Soltanto fortuna...
LA MORTE NEL CUORE...
Tra una carezza ed u...
INADEGUATEZZA...
L'usignolo malato...
Alpi...
STELLA...
Bisogna esercitare g...
Spot Lemondrink...
Dal mio giardino...
Ancor ti mostri all'...
La Historia Oficial-...
La dea bendata non c...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

L'oblio non si dimentica

Eravamo ora non siamo più,
il mio corpo, il tuo, la nostra dignità,
siamo stati la vita, questa vita
che ora ci ha abbandonato.
Volevamo vivere, sognare questo amore,
sentire campanellino di rame
che ci destassero all'arrivo del giorno.
Eravamo vita, luce, ora non siamo più,
il mio volto, i tuoi denti, i tuoi capelli,
onde nere, i tuoi occhi d'ebano.
Volevamo raccontare di noi,
leggere nel destino, fermare il tempo,
farlo ripartire di momenti nuovi.
Esistevamo, noi Esistevamo per noi stessi,
per gli altri, ora non esistiamo più,
siamo stati amore, questo amore sepolto con noi
dopo essere stato bruciato,
fumo denso e acre sputato da ciminiere
di forni orrendi senza pane da sfornare.
Volevamo cantare sdraiati sul campo di grano,
lo sguardo rivolto verso nuvole di bambagia
che attraversavano un cielo terso,
recitare le poesie di Levi nell'Auditorium di Esef,pregare nelle sinagoghe in una preghiera assorta, ma non abbiamo voce,
strappata dall'agonia né respiro
affidati alla coscienza che rivela.
Le forniture sono pronte, setole per pennelli,
borse per le signore, grasso per ungere macchinari, hanno rubato la tua collana,
il mio anello, la nostra vita,
ma non l'amore né la nostra dignità.


Auschwitz non è lontana, oltre i silenzi grida
con voce di misericordia e speranza.
Volevamo vivere, amare, sognare!
Voi ci aiuterete a farlo!



Share |


Poesia scritta il 28/01/2020 - 13:39
Da Alpan .
Letta n.179 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?