Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Così...
Il bambino Dawn...
Non posso restare....
UN OTTOBRE NORMALE...
L'impervio sentiero...
Un'altra battaglia...
Fiabilandia...
Trasparenti sembianz...
IL FUOCO...
Filastrocca dello st...
Ipnosi...
Presenza....
Riflesso...
Dedica...
HAIKU B...
IL SORRISO DEL TRAMO...
CONTINUO A SOGNARE...
Guardando il cielo...
Il mare - Il progres...
Cuore d’ippocastano...
Cosmo sfiorito...
Passaggi...
Gianny Mirra...
Un Marinaio...
Dolce...
Mia Luce, mie tenebr...
L’interrogativo del ...
BOCCA A BOCCA...
Il mattino...
Prospettiva...
sbarre...
Cerca altrove...
Giorni senza cuore...
PASSERÀ...
Non era il tuo volto...
Scusa lo sfogo...
La risata del picchi...
Il pilota dei sogni...
le violette...
Pescherecci...
Appennino...
Terra...
Miriade di stelle...
AMORE PERDUTO...
Tanka 27...
Lungo una strada pol...
15 febbraio...
DISLESSIA...
Anche i virus hanno ...
COME I CAVOLI A MERE...
Amore unico...
La vita fuori...
Percezione...
Per sempre....
Il nostro amore è fi...
Barzellette in narra...
Bonsai...
RICAMI D'AMORE...
Pozza, anima e nudit...
Te lo dico in poesia...
CHISSÀ...
Il 14 febbraio si fe...
Il bacio del beccacc...
Veramente felice...
Tamburi...
Per te...
Di notte...
Ti conosco...
Provocatorio Dadaism...
IL CAMPO DI GRANO...
Solitario...
La giostra delle fia...
Momenti di vita...
La fine...
Angeli forse...
specchio...
Tempo di mietitura...
Confusione...
Renoir...
Il ballo delle cento...
Un cielo increspato...
Vita...
le persone si conosc...
Brume sparse...
La bellezza...
Sei tu amico mio...
Il mare...
Traccia...
Il cantastorie di fa...
C era in Te...
Confine...
HAIKU A...
D'un tratto (espansi...
Autunno...
Erto e Casso...
Ti chiedo gentilment...
MUOIONO I MARI...
Metafisica...
Pensiero di libertà...
Radente il cielo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'oblio non si dimentica

Eravamo ora non siamo più,
il mio corpo, il tuo, la nostra dignità,
siamo stati la vita, questa vita
che ora ci ha abbandonato.
Volevamo vivere, sognare questo amore,
sentire campanellino di rame
che ci destassero all'arrivo del giorno.
Eravamo vita, luce, ora non siamo più,
il mio volto, i tuoi denti, i tuoi capelli,
onde nere, i tuoi occhi d'ebano.
Volevamo raccontare di noi,
leggere nel destino, fermare il tempo,
farlo ripartire di momenti nuovi.
Esistevamo, noi Esistevamo per noi stessi,
per gli altri, ora non esistiamo più,
siamo stati amore, questo amore sepolto con noi
dopo essere stato bruciato,
fumo denso e acre sputato da ciminiere
di forni orrendi senza pane da sfornare.
Volevamo cantare sdraiati sul campo di grano,
lo sguardo rivolto verso nuvole di bambagia
che attraversavano un cielo terso,
recitare le poesie di Levi nell'Auditorium di Esef,pregare nelle sinagoghe in una preghiera assorta, ma non abbiamo voce,
strappata dall'agonia né respiro
affidati alla coscienza che rivela.
Le forniture sono pronte, setole per pennelli,
borse per le signore, grasso per ungere macchinari, hanno rubato la tua collana,
il mio anello, la nostra vita,
ma non l'amore né la nostra dignità.


Auschwitz non è lontana, oltre i silenzi grida
con voce di misericordia e speranza.
Volevamo vivere, amare, sognare!
Voi ci aiuterete a farlo!



Share |


Poesia scritta il 28/01/2020 - 13:39
Da Alpan .
Letta n.59 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?