Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La Porta Secondaria...
Senza ali...
La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L'amore in una coppi...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...
VIAGGIO PER MAR...
A li mortacci...!...
UNA GRANDISSIMA STEL...
La notte dei pensier...
L’autore del tomo- S...
Una voce nel vento...
Ti chiedi ancora cos...
Misero uomo...
Prigioni...
Il poetastro...
Viltà...
Aurora boreale...
Nostalgia...
Il mare e il tulipan...
CHISSÀ ........
BIANCA...
Alla mia Lulù...
Vissendo...
IL TUO TEMPO...OGGI...
In questo pentagramm...
Sintra...
LUGLIO (Acrostico)...
I giardini di Fatima...
Solamente da solo t...
CUORE DI GHIAC...
ER SACRIFICIO DER VI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

REQUIEM

Ridi Matisse,
che domani muoio.
Ridi, amico mio,
perché ieri mi han detto
che il mio male non si può domare
e sottoterra mi tocca riparare.


Ridi Matisse,
cantava quel tale che “è dura morire a primavera”1,
ma io penso lo sia in ogni stagione
quando non hai il coraggio di andare.


Ridi Matisse,
ti ricordi come sfottevamo
quelli che andavano?
Ma ora tocca a me, Matisse,
ora vado io.
Ma tu ridi Matisse,
perché va bene,
va bene anche se va male.


Ridi Matisse,
io mi riposo
mentre voi sgobbate,
e rimango fisso
al tempo feroce.
Parto,
e lascio i miei guai a voi.
Lascio il dolore,
l’umiliazione
e questo dilemma d’esser vivo.
Niente più farse,
niente più smacchi.
Abdico per sempre a ogni mestizia.
Rinuncio all'odore delle gambe di quella donna,
all'arrosto di mia madre
e al pelo morbido del mio cane.
Perdo le bevute al bar,
le camminate sul Po
e la colazione,
perché nessun caffè potrà svegliarmi più.
Abbandono anche te,
davanti un bicchiere di Bourbon.


Ridi Matisse,
e non ti preoccupare di cosa vien dopo:
anche i diavoli san esser gentili.
E se c’è il niente,
va bene Matisse,
anche il vuoto mi va bene.


Ridi Matisse.
Fammi sentire ancora una volta
il suono delle tue risate.
Lo porterò con me,
e nell’oscurità riderò con te.


Ah, ah, ah.


----



Nota 1: Riferimento al brano Le Moribond, Jacques Brel, 1961.



Share |


Poesia scritta il 01/07/2020 - 09:23
Da Being Human
Letta n.107 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


la cultura, dicevo, si affaccia talvolta in Oggi Scrivo, detto OS, scuotendo qualche anima sensibile.
Ciao.

Ernesto D’Onise 03/07/2020 - 21:19

--------------------------------------

Bene,eccola qui la nostra BH che si fa vedere di rado ma sempre con qualche testo molto interessante come questo che si avvicina ai testi d'autori degli anni settanta o giù di lì dei quali si sono innamorati molti autori come De Andrè, Juliette Gréco, ultimamente Battiato. Canzoni d'autore per poesia d'autore.
Grazie per avermi condotto leggendoti nelle vicinanze di quell'epoca unica di cui puoi rimanere solo innamorato.
E fatti sentire più spesso. Almeno così si possa testimoniare che la cult

Ernesto D’Onise 03/07/2020 - 21:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?