Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L'amore in una coppi...
L\'uomo con la valig...
SI TRASFORMA...
Come navi sospese...
Viviana forse...
Amata mia Signora...
Per Lei...che è mort...
NONNA PIA IN CARROZZ...
L’autore del tomo- S...
Verde azzurro mare...
I colori di quel 2 A...
Milonga...
Bologna...
Vorrei esser vento...
Cercando cercando...
LA SUOCERA...
LA RAGAZZA NELLA PIO...
In dissolvenza...
Prendi esempio dalla...
Agosto...
FRAMMENTI DI UN...
Tristezze...
Leggiadra melanconia...
SAI......
Lucciola...
Nina...
Alla roggia...
E25 verso Novi Ligur...
Le barche gialle...
Il ritorno...
Luci sul mare...
Il gioco - parte sec...
fine giugno...
Una vita senza amare...
IL DONO...
Ricambio generaziona...
Ogni Mente a Suo Mod...
Vibranti emozioni...
Rinchiusa...
I giardini di Majore...
Una folata d'oblio...
Foglia unica...
UNCINETTO...
28 luglio...
Non temo la morte pe...
Chimera...
Preserva... emh, pre...
VIAGGIO PER MAR...
A li mortacci...!...
UNA GRANDISSIMA STEL...
La notte dei pensier...
L’autore del tomo- S...
Una voce nel vento...
Ti chiedi ancora cos...
Misero uomo...
Prigioni...
Il poetastro...
Viltà...
Aurora boreale...
Nostalgia...
Il mare e il tulipan...
CHISSÀ ........
BIANCA...
Alla mia Lulù...
Vissendo...
IL TUO TEMPO...OGGI...
In questo pentagramm...
Sintra...
LUGLIO (Acrostico)...
I giardini di Fatima...
Solamente da solo t...
CUORE DI GHIAC...
ER SACRIFICIO DER VI...
Vecchi filmati...
Al futuro...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



La notte

Ascolto la notte,
in prima fila rapito, stelle che recitano
e, dissolta la fretta del giorno…
spazio offro al respiro.


In quel cupo splendore
si incomincia a credere alla luce.


Sono in quell’ intermedio,
quando si acutizza il freddo e fa eco
una sera ormai lontana
mentre l’alba non sembra essere
… poi così vicina.


In quel preciso momento di confusione,
di sospensione dal mondo,
si annodano i pensieri
ed il ticchettio dell’ansia accompagna
il rumore della paura frammista
al silenzio del creato.


In quel momento, proprio in quel momento
mi ricollego a te, amore mio,
e ti abbraccio forte, carezzandoti
i capelli come si fa con un bimbo
fra le braccia di Orfeo.


Luciano Capaldo



Share |


Poesia scritta il 03/07/2020 - 11:35
Da luciano rosario capaldo
Letta n.115 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Una bella lirica che si accompagna al blu della notte ed al silenzio del creato che nella malinconia di un'anima che ascolta si ricollega a momenti importanti della vita. Molto sentita Luciano. Ciao

Maria Luisa Bandiera 03/07/2020 - 15:17

--------------------------------------

Quando si è pensierosi preoccupati di notte si pensa a chi non c'è più. Molto coinvolgente. Un caro saluto

MARIA ANGELA CAROSIA 03/07/2020 - 14:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?