Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Piccoli segreti...
Alberi...
NON FIGLI MA NIPOTI...
La tela...
Sulle ali del silenz...
26 ottobre...
A soli due passi da ...
RICORDO...
La clessidra...
La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo n...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...
Un amore ingenuo...
MAGIA DELL' AMORE...
Tempo...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Haiku n 10 a...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...
L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



feroce...

Cosa sai tu di lei…
ormeggi in quei punti di vista così… ospitali
tra una mano che danza ed una che ferma
in un giro di tacchi e passi… e origli
in quella lettera, ch’è carne e sangue, la tua, la vostra
il suo rimmel colato, inchiostro
in virgole a caso, manciate di chicchi di grano
che solcano l’anima
…cosa sa, di lui
di quel maglioncino di filo, della sua follia, di quei troppi desideri appagati
di quelli indicibili, proferiti, ostinati, orgogliosi
non sa, no..
non sai
ma l’ha indosso quel cotone bianco, e le culla i silenzi
e tu, tu l’hai intorno e ti avvolge i pensieri
nella conicità della corsia che fugge, crepe e solitudine, bramata
ma loro, i pensieri
si sciolgono innanzi a uno specchio
acqua che trova percorsi e scava e poi torna
si ferma, s’acquieta
…è un dolore, stordisce, lacera e scorre
sinusoide di sensualità e schiene dritte


non si sfaldano i gradini di casa
non uno sguardo
l’acqua torna, abbassa gli occhi, si ferma
…feroce, sul cuore



Share |


Poesia scritta il 26/09/2020 - 15:12
Da laisa azzurra
Letta n.161 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Una scrittura affascinante che cattura con trasporto ed attenzione. Bravissima come sempre.

santa scardino 28/09/2020 - 20:45

--------------------------------------

Versi veramente splendidi, brava!

Maria Luisa Bandiera 27/09/2020 - 14:05

--------------------------------------

TRa la discordia e la passione nasce un
testo molto apprezzato. Buona domenica
Laisa..

Salvatore Rastelli 27/09/2020 - 08:18

--------------------------------------

Sempre affascinante la tua scrittura...mai banale, mai retorica! Bravissima Laisa

barbara tascone 26/09/2020 - 23:39

--------------------------------------

Semplicemente stupenda *****

Angela Randisi 26/09/2020 - 19:07

--------------------------------------

Immagini forti dove la ragione si lascia sopraffare da passione, sensualità. desideri …
Molto bella la metafora che chiude la poesia “... si ferma feroce sul cuore”.
Cari saluti!

mare blu 26/09/2020 - 17:39

--------------------------------------

Lui ha ascoltato di nascosto troppe volte quella lettera. Di lei ha sentito tra l’inchiostro colato come rimmel il suo profumo di grano. Può sentirla ancora ballare insieme a lui. Il rimmel ce lo ha ancora lì sul suo maglioncino fine come ha fine una stagione di desideri folli. Sul suo maglioncino bianco come la sua anima allo specchio. Vuota come i suoi pensieri. Nuda come solitudine sulla schiena. Sotto la pioggia abbassa gli occhi sui gradini di casa, feroce, la solitudine

Mirko D. Mastro(Poeta) 26/09/2020 - 17:35

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?