Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Notte...
Un appuntamento...
BINARI DI SOGNI...
Caos...
Seta...
La vita....
Io come te...
Sonetto a Chioggia...
Cittadini di poesie ...
Se Tu conosci il tuo...
n° 23 (R/P)...
writers...
Amore in famiglia...
PAURA...
Perché le guerre?...
E siamo qui...
Lampo...
Anita...
Innamorato di una st...
DONNA PER TE...
In un tempo eterno...
PESCA...
Il Potere della Luna...
Mors tua vita mea...
Il bello e il buono ...
La natura e le sue m...
Dormimmo insieme una...
La mia casa...
Emozioni...
La primavera vola ne...
L' eternità e un mom...
Del Mare...
ORME SU DI ME...
Mattatoio Comunale...
Non ti riconosco più...
Poi arrivasti tu...
Tu Figlia mia...
Grandine...
Decisioni...
apnea...
n° 22 (R/P)...
CHIAMAMI POETA...
Creatura...
I due volatili...
PAROLE CROCIATE...
La natura ci offre i...
Ali di cielo...
Ricordi d'infanzia n...
SORRISO INNOCENTE...
Saturnia...
Ragazzo mio...
L' AMICO VINCENZO...
Infinito volo...
Poetessa...
Poetesse di Oggi scr...
Il volo...
Oltre il cielo...
Un vecchio disegno...
S'affannano ed insis...
Il buio...
Lievito madre...
Ode al mio angelo...
Pioppino...
L'occhio...
IL PIACERE...
35 Agosto 2007...
Ricordi sbiaditi...
Tornerà?...
Il mio cioccolatino...
UN TRAMONTO ROSSO FU...
L'amore segreto dell...
Senza meta...
Mi piace lo stile e ...
I ricordi sono come ...
Alle radici del vuot...
The Legionary...
Valzer per Olindo...
int' 'a stu fridd' c...
Il conto da pagare...
Una notte in bianco ...
Amore e riflessioni ...
CERCANDO LA QUIETE...
Ubriaca di...sogni...
s\'inchina e ghermis...
La stessa ondata di ...
Il Dimenticato....
Mamma e Madre...
Festa della Mamma...
Madre del riso...
I padroni del silenz...
Haiku 102...
Songs...
Stordito...
Blu Indifferenza...
Stelle...
Mettere a frutto il ...
Amami...
Il Contadino Dell'An...
Due versioni...
Senza un cuore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il piacere guasto

Avendoti accanto, più dilatata
si fa la sacca delle mie tossine
e il male e il torbido così scorgo
senza avvampare nè alterarmi
per simulare la sorpresa;
e' il peculiare dono che mi fai:
il permesso attonito
di tastare con la lingua l'aguzzo
canino occultato dal riso
prima, e di tatuarne poi l'ossatura
fin dentro il palpito del midollo tuo.
Oh, ritrovarmi madido di morte
all'alba di un altro tuo assedio
è un piacere che guasta
e guasto è il piacere mio
di scarnificarti, svestirti della polpa
e rinverdire la tragedia mia
che ti fa preda.


Share |


Poesia scritta il 09/04/2021 - 20:50
Da Matih Bobek
Letta n.84 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?