Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Una nuova conoscenza...
La Vita...
Discernere...
Addio...
HAIKU S...
Vorrei...
A FAVORE DI VENTO...
Giugno 2021...
Cuoreremita...
Forse è bene dire ra...
Odore di foglie bruc...
Nel deserto dell’ani...
Non scomodate DIO...
La felicità non va c...
Artigli...
ELEMENTI...
NON È GIÀ SERA...
UN FOGLIO UNA ...
IL SETTE LUGLIO DEL ...
La solitudine dell'a...
Tanka 20...
Centosessantasette s...
Ricordi d’estate...
La suora di Vigevano...
Prima che arrivassi ...
Solitari addii...
Da riproporre...
Caffè e impressioni...
Una sola gioia...
Le parole son l'onda...
Richiamo dell\'Eden...
DIDATTICA RAVVICINAT...
Gli uomini sanno di ...
Per mano...
Giglio di mare...
POLPETTE...
le stagioni della vi...
Poesia...
Guccini Presidente...
EMOZIONI E SOGN...
Il profumo dell'atte...
L'ultimo libro...
Un avvocato , un sov...
Chiederò mare in bur...
HAIKU 2 + 2...
Deponete le armi...
LA MAFIA...
Presa e vinta...
PROSEGUI IL VIAGGIO ...
L\'immenso...
Biancori...
Rime intorno a un ci...
In un mondo d’amore...
Sogni di bimbi...
Chiamala arte...
La fine del sogno di...
La giostra...
Divenire...
Contatto...
Il mondo all'impro...
Maria Bergamas...
Coda alla vaccinara...
Dea Natura (Concorso...
Arcobaleno di pace...
EMOZIONI...
Forse il Mare...
L'Amor Fraterno...
OCHE GIULIVE...
Intercessione...
DEDICA A CYRANO ...
BASTANO POCHE RIGHE....
L'ombra di un fiore ...
Il valore di esister...
Gigli bianchi...
Poesia...
Mariposas...
E ti penso......
Se mi portassi con t...
ICEBERG...
Fine di un amore......
Gabbiani...
Virgole del passato...
L'ultima storia d'am...
Fra le note...
CAMPANE FESTANTI...
Gesù...
LA MUSA E IL ...
Il Soffio...
La vita presenta il ...
Uomo di mare, e di r...
La pioggia...
La rinuncia...
Di quella pira l'orr...
PICCOLI GIOVANI ALBE...
Stefano D'Orazio...
Da quando sei entrat...
E' ora...
TUTTO CIÒ CHE IN UNA...
l'ammiratore...
Denominazione non co...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

PIANOFORTE VERTICALE

Quando vedo questo strumento,
è come se sentissi un soffio di vento,
ad esso sono attratte le mie dita,
come fa il ferro con la calamita.


Mi avvicino con compostezza,
spinto da una certa naturalezza,
lo apro e intravedo la tastiera,
accecato dai tasti servirebbe una visiera.


Il profumo di ebano arriva al mio olfatto,
e dall'odore vengo preso di soppiatto.
Ci son più tasti di un'astronave,
ora non mi sposterei neanche se cadesse una trave.


Pollice , medio e mignolo suonano i primi accordi,
e con essi affiorano mille ricordi,
Ora alla vista e all'olfatto si aggiunge l'udito,
il quale anch'esso appare stordito.


Sembro seduto su uno sgabello,
ma viaggio nel cielo come un uccello,
le dita scorrono ormai veloci,
le corde vibrano in armonia come buoni soci.


Ormai anche il tatto appare sopraffatto,
sul piano mi muovo come un gatto,
tra tasti bianchi e tasti neri,
nella testa ormai non ho più pensieri.


Solo il gusto non sono riuscito ancora a soddisfare,
ma di certo questo pianoforte non lo potrò mica mangiare!



Share |


Poesia scritta il 29/04/2021 - 11:35
Da Meneghino Stornello
Letta n.92 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Carinissima la tua poesia. Versi scorrevoli con una simpatica chiusa.

Alberto Berrone 29/04/2021 - 16:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?