Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Vista sul golfo di T...
Nebbie...
Val d’Ultimo....
Dolce luna...
RISURREZIONE E S...
Haiku 12...
Chi pur nell'ira la ...
Cielo incommensurabi...
Il Consenso...
I capricci della scr...
Il lento fluire del ...
LUNA...
Un tempo...un mondo....
Punti di vista...
Come un randagio...
Post meridiem...
SCRIVERE LIBERA D...
PROGETTO ESTETICO (C...
Le chiavi del paradi...
GROVIGLI DI SOSPIRI...
NeRA...
La realtà percepita ...
Haiku...
La calunnia...
A TUTTE LE DONNE...
L\'unica verità...
Questo è il Natale...
GENTILEZZA...
IL MITE PORTINAIO...
Conserviamo la genti...
HAIKU 1...
Femminicidio...
Far del giorno...
La luce vince l'ombr...
GRIDARE MI FA BEN...
Scegli la Vita...
Sole o pioggia?...
Se le persone dedica...
DOVE FINISCE IL CIEL...
C'era una volta il r...
Colmi...
Un sogno anelato...
Le domande di Nicola...
Dove tutto ebbe iniz...
n° 28 (R/P)...
Oggi scrivo di te...
Il green pass cultur...
La malinconia è una ...
Ci sono sogni che mu...
Leggera...
Qual è la nazionalit...
Altrove ......
IL TEMPO FATTO ...
La panchina di front...
Un solo attimo...
Poi...
Guardo l'acqua......
L'altra metà del Cuo...
Lunghe passeggiate t...
Anima mia...
Creare, immaginare, ...
L'attimo dopo...
Sul bordo di un terr...
Gino...
PROGETTO ESTETICO (C...
Il mio tempo...
n° 24 (R/P)...
Una sera in Plaza de...
Ci amavamo...
nulla...
Ignoto pensiero...
Le tue parole...
Luminarie ingannatri...
Non voglio che il tu...
IL TEMPO...
Rattoppo...
UNA LETTERA MAI ...
Riscalda o sole!...
PUNTO E A CAPO...
Un giorno...
È stato un attimo ...
Il tuono...
L'alba ramata...
Il pianto di un bimb...
In Aspromonte...
Al tempo dei sogni...
LEGGERE...
Brividi...
In un lento fluire d...
Non spaventarti...
LA NOTTE MIA ALLEATA...
La vita è più forte ...
Ocra...
Diva...
QUEL CHE RESTA ...
Nomination...
C'e' un posto specia...
I ricordi....
Tempesta...
Questa felicità...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Gerarchie d'autunno

Dipingendo funghi e melograni
e l'ultima melanzana dell'orto
scopro gli inafferrabili reami
dell'autunno e del suo tempo morto


la luce artificiale sfuma ombre
sullo spessore del lucido marmo
le verdure si riposano sgombre
da ogni velleità che io riaffermo


solo assegnando un fittizio posto
una gerarchia inverosimile
dove però fra gli scuri del resto
spicca il biancore d'un boletus edulis


sire da cortigiani circondato
che un melograno in bilico persino
tra dormienti lecci disorientato
si produce in ossequioso inchino


e la melanzana regina madre
troneggia nell'angolino remoto
vecchia d'estate e prodromo di quadre
vittorie sul dissolversi d'un mito


quello che la bellezza sia inconsueta
in stagione che non sia primavera
il piccolo porcino ha come meta
le quinte d'opera più veritiera


sulla stramba condizione dell'uomo
esprime un desiderio il suo candore
d'immortalità sulla tela almeno
ché il soffritto è già pronto da due ore!



(L'immagine allegata è opera dell'autrice, "Natura morta d'autunno", olio su tela).



Share |


Poesia scritta il 22/10/2021 - 18:32
Da Carla Vercelli
Letta n.102 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Complimenti per il meritato riconoscimento
Mirko D.Mastro (La Redazione)

Mirko D. Mastro(Poeta) 15/11/2021 - 08:36

--------------------------------------

Bellissima opera la tua Carla..
Oltre ai colori dipinge con la penna e il cuore complimenti..

Salvatore Rastelli 25/10/2021 - 08:10

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?