Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rifratto...
Pieghette...
Rugiada D'Angelo...
Dal consiglio del Si...
Giovani d'oggi SMS...
Ora anche settembre...
ABBRACCIAMI...
Giorni migliori...
Autunno...
Giare d\'oro...
Autunno in Barbagia...
A volte la notte...
DI PALO IN FRASCA...
Infatuazione...
Voglio Amarti...
Sanguinano lacrime...
Solo petali d’amore...
Luce...
Confessioni di uno s...
La nuova guerra...
Poesie della meravig...
QUANDO UN POETA MUOR...
RIFLESSI DELLO ...
Glicini antichi...
Petali rosati...
Donare ai propri gen...
Autunno Il Triste......
TUTTA LA MALAVITA DI...
Magistra vitae...
Muta la Nuvola...
Nostalgia....
Clementina...
Come questa lacrima...
LA MIA SERA...
In volo...
Basta poco...
Alcune porte le chiu...
Il mio compleanno...
Il vecchio frac dell...
Equinozio...
Solo Mare...
Canto del sussurro d...
La mia solitudine...
Dopo un incendio...
A TE MILKY...
Brace...
L’ANIMA DEL POETA...
Sospiro autunnale...
Se ala scucita non s...
Codici illegibili...
Diluvia...
Un attimo di vita...
A mio figlio...
monoku...
La casa davanti al l...
Gairo vecchia...
All'improvviso...
Fossi un Jurgen Scho...
Accomiato...
Senza rete...
QUELL'UOMO VENUTO DA...
Ti ritroverò...
Rondini ieri e oggi...
C'è chi vive per ess...
La palude di cristal...
Come foglia che cade...
haiku...
QUANDO I SOGNI ...
Quella porta chiusa...
La Bellezza e il Tem...
Canto d'Autunno...
A te che stai in una...
24:00...
Ossi di seppia...
Profumo di vita...
Al giorno d’oggi sia...
Mia Regina...
ROBIN HOOD...
Vi siete dimenticati...
Le parole...
Parole accartocciate...
Metalla...
Un pò di mistero...
Gelido vento...
MURI...
cara stella...
SCIAMITO CONTROVERSO...
Accanto a te...
Ogni percorso di vit...
Macerie...
Haiku (4)...
UNO SPIRITO TRA ...
Il richiamo...
Fata del Bosco...
Settembre...
Abissi...
22:00...
Lollove...
Haiku 84...
Immobile calma...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Violento temporale estivo

Crogiuolo di nembi la fucina del cielo
forgia lama acuminata di saetta.
Boato fragoroso del tuono da un velo
accentua ferale colpo di nero ovattato.
Sull’aia sprovvista agreste latrato,
contigua all’asfalto e al cemento
oscilla parabolica antenna sul tetto
in vortici di foglie dal margine palmato
che il vento strapazza e piroetta.


Quale supremo infame peccato
cela la terra, questa notte d’irruenza,
sopraffatta dall’iracondia del cielo?
Cosa nasconde, proterva irriverenza,
per subire tanto livido sfacelo?
Quale mostruoso torvo cipiglio
svela nel turbine dell’aere alterato
da tuoni e da lampi, a tratti vermiglio?


Nella mansueta baldanza della quercia
percossa e mai e poi mai vinta,
dalle massicce radiche interrate,
dal più esile ramoscello tangente l’azzurro,
vi trovo la risposta anelata al primo sussurro
di pioggia che cade sorpresa e convinta.


Quando le falde da lassù si aprono grevi
e precipitano cascate da dirupi ossessivi,
l’afa opprimente si fa respiro rinnovato:
si placa la sete di un’ora o di un’era
centenaria, millenaria, che importa?
Se il plumbeo si disfa e in fuga di sorta
non esita, e dai pensieri se n’è già andato...



Share |


Poesia scritta il 30/07/2022 - 18:41
Da Carla Vercelli
Letta n.87 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Come d'antico dio, l'ira del cielo sulla terra si accende!

Aquila Della Notte 31/07/2022 - 10:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?