Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
Estensione (come son...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo n...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...
Un amore ingenuo...
MAGIA DELL' AMORE...
Tempo...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Haiku n 10 a...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...
L'arca di Noè...
Giorno di giudizio...
LO ZERO E IL COVID-1...
Introspezione...
Nella mia solitudine...
Chicco Balleri...
Lampo....
Sire (cugino August ...
La memoria...
Archor...
Lalla...
Il mese dello Squarc...
IL VAMPIRO DICE ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il senso della vita

A scuola senza tanta passione...
pomeriggio computer e televisione...
la sera un pasto fugace...
poche parole dette con un fil di voce.
La mia stanza è grande, troppo grande,
il mondo lo sento distante,
distratto non mi vede,
ed il mio “io” sempre più debole cede.
È sabato finalmente!
È giunta l’ora di liberare la mente,
basta poco e arriva un esplosione,
mi lascio trasportare abbandonando la ragione.
Musica e oblio,
mi sento quasi un Dio.
Cos’è che mi manca? Di cosa ho bisogno?
Forse di credere in un sogno,
crederci davvero,
invece di vedere tutto nero.
Credere e lottare con forza e volontà,
e non buttare via questa mia età.


Sabato venite tutti a casa mia?
Inauguriamo una nuova “compagnia”.
Sei bravo Claudio, hai talento,
solo ora me ne rendo conto.
Anche tu però sei stata una sorpresa,
reciti con passione cara Teresa,
in quella scena d’amore,
si sentiva il battito del tuo cuore.


È questa la giusta medicina,
lo sballo di una sera è come la morfina,
dormi e sogni ma poi si fa mattina,
e il morale è di nuovo giù in cantina.


Allora sabato prossimo da Lorena,
così proviamo la seconda scena,
poi Luigi con la sua chitarra,
ci canta le canzoni della sua terra.
Con il teatro e le sue rappresentazioni,
escono fuori tutte le emozioni,
lasciando la mente fresca e serena,
come un giorno di primavera.
Ora, anche tu che mi hai letto,
inoltra ai tuoi amici questo discorsetto,
e muniti di coraggio e allegria,
formate anche voi una “compagnia”.



Share |


Poesia scritta il 30/01/2011 - 13:22
Da Terry Di Vetta
Letta n.821 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?