Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

RIAPPARVE IN SOGNO...
Fiori di ciliegio...
La foto...
Sulle pagine del tem...
L'ultimo bacio...
BALCONE...
Raccolta Prima...
CLESSIDRA...
L'amicizia è un valo...
Costa Esperanza...
Solitudine...
Momenti...
Il volo di un angelo...
Noi siamo nati liber...
Decoro...
PROFUMI D'INFANZIA...
Bagagli...
PRIMO AMORE...
IO NON MORIRÒ...
Occhi...
CHI LEGGERA\' LE NOS...
Si fa sera...
Il giudizio, ammesso...
Dite qualcosa...
LA RABBIA...
ARIDA NOTTE...
Frammento d’amore...
La rosa gialla...
Blue Lobelia 1.15...
Paura...
BULLISMO...
Non esiste una teori...
TUTTI E TRE...
L'ombra dell'uomo ch...
Le parole più dolci ...
Scalata...
Bacio...
La saggezza consiste...
Mare in tempesta...
Prendimi per mano...
Il vinto sorgerà...
La filosofia (pensar...
Ramanujan...
soltanto un sogno...
Ritagli di vento...
L' AMORE RIPOSA...
CIMITERO ALL'IMBRUNI...
I colori dell'anima...
lascia andare...
Fiori di Pesco...
La malattia dei rico...
Emozioni a colori...
Blue Lobelia...
BRIVIDO CALDO...
CORIANDOLI DI VITA...
Il vento infausto de...
Vespero...
La distanza...
Una sera lontana...
Ti ruberei...
Le stagioni della vi...
La frontiera...
Parla...
ACCIDENTI ALL\' ...
Minchia! Signor tene...
Haiku 26...
Causa e Effetto...
Retorica-mente?...
Erotico sogno...
La erta salita...
In equilibrio instab...
PRIGIONIERI DEL COVI...
POI NULLA PIÙ...
Click ()...
Panacea...
Quel tempo che fu (l...
Il mondo che verrà...
Quando finisce un am...
E' tutto qui...
Possiamo...
Calpestar il proprio...
Non è un granché (v...
GAMBERO...
FERMA È LA VITA...
Metafisica...
Il venditore di frit...
Paese mio...
Stella...
LA FEDE...
IL PROFUMO DELL...
Diogene e il sonetto...
Dominique Noir...
Chiaroscuro...
La provocazione è un...
Si comunica non per ...
La Tigre...
Poeti stropicciati...
IL SOLCO DELLA MATIT...
PIOGGIA SABATINA...
Patate in picchiata...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il senso della vita

A scuola senza tanta passione...
pomeriggio computer e televisione...
la sera un pasto fugace...
poche parole dette con un fil di voce.
La mia stanza è grande, troppo grande,
il mondo lo sento distante,
distratto non mi vede,
ed il mio “io” sempre più debole cede.
È sabato finalmente!
È giunta l’ora di liberare la mente,
basta poco e arriva un esplosione,
mi lascio trasportare abbandonando la ragione.
Musica e oblio,
mi sento quasi un Dio.
Cos’è che mi manca? Di cosa ho bisogno?
Forse di credere in un sogno,
crederci davvero,
invece di vedere tutto nero.
Credere e lottare con forza e volontà,
e non buttare via questa mia età.


Sabato venite tutti a casa mia?
Inauguriamo una nuova “compagnia”.
Sei bravo Claudio, hai talento,
solo ora me ne rendo conto.
Anche tu però sei stata una sorpresa,
reciti con passione cara Teresa,
in quella scena d’amore,
si sentiva il battito del tuo cuore.


È questa la giusta medicina,
lo sballo di una sera è come la morfina,
dormi e sogni ma poi si fa mattina,
e il morale è di nuovo giù in cantina.


Allora sabato prossimo da Lorena,
così proviamo la seconda scena,
poi Luigi con la sua chitarra,
ci canta le canzoni della sua terra.
Con il teatro e le sue rappresentazioni,
escono fuori tutte le emozioni,
lasciando la mente fresca e serena,
come un giorno di primavera.
Ora, anche tu che mi hai letto,
inoltra ai tuoi amici questo discorsetto,
e muniti di coraggio e allegria,
formate anche voi una “compagnia”.



Share |


Poesia scritta il 30/01/2011 - 13:22
Da Terry Di Vetta
Letta n.892 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?