Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un addio...
Fenomenologia planta...
Valle della Bevera...
DOVE CERCARE LA ...
Suono grave...
L\'ultimo respiro...
Ritrovarsi...
Il silenzio non ha f...
Mie sensazioni...
La poesia...sai...
Impara...
Alla stregua di un s...
SOSPIRO D'AMORE...
Giulia...
La solitudine...
Gocce di grandine...
Speranza...
Viaggiatore di rime...
Vuoto...
AI TEMPI MIEI...
Acero...
A Giulia...
Ossario germanico...
tic toc...
Così come mi vuoi...
Io penso...
La terza porta...
L'UCRAINA È IL SUO...
RIFLESSIONE RITUAL...
POMERIGGIO AL MARE...
Incipit di una stori...
Tre pillole d'amore...
Laggiù ... lontano...
Di quando...
EMOZIONE D-AMORE...
Della Vita...
Oniriche carezze...
IL NOSTRO ADDIO...
Saremo sempre soli s...
Pezzi di cuore...
Babilonia...
Dolce incanto...
Per ogni Giulia...
Il mattino in laguna...
DAIMON...
Luci Di Anime Violat...
Sei l'amore sereno c...
GENDAI HAIKU 3...
CI SON GIORNI...
Scogliera...
Oppressione...
LA CLESSIDRA SEN...
La panchina col lamp...
Dando peso al frusci...
Splendida luce di pr...
E' la notte...
buio...
Lo chiameremo Gabrie...
Sentieri di sale...
A GIULIA...
Il carretto...
IL FRINGUELLO...
La poesia... sai...
SOTTOVOCE...
haihu d'amore...
AI MIEI TEMPI...
IO NON SO...
Part-time...
LUCE TREMULA...
Un gioco di parole...
Se di gabbiano hai a...
I supereroi sono com...
Bastione di Saint Re...
ebano...
INDELEBILE TRACCIA...
Il più dotato...
DELUSIONE D'AMORE...
GCCCE D'AMORE...
Confessione......
Scialuppe...
L'infinito parla a c...
ASPETTANDO L’ AMOR...
SENSAZIONI...
Dedica a una Emily D...
Emozioni sulla pelle...
La vita è un solo is...
Cinema IRIS...
IN QUEL SAPER VIVERE...
Sesso...
A volte scrivo...
GATTA IN CALORE...
La nostra vita...
Nuvole...
IL NOSTRO PRIMO BACI...
Così sorrido...
In assenza della tua...
Deserti...
La Fede...
HAIKU 13...
Quando vorresti parl...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Il posto mio

Mentre spioveva nel crepuscolo dei prati
mi domandavo quale fosse il posto mio,
se sotto un acero, a osservar voli planati,
o su uno scoglio a udir dal basso il brontolio


d'onde increspate ad inseguire l'orizzonte
come in balia di un vento tiepido dal mare
che dimenandosi si trovano di fronte
pietre taglienti ed affilate da schivare,


ma poi s'infrangono svanendo in mille gocce,
come s'infrangon le chimere e i desideri,
contro un ostacolo di consistenti rocce
vanificando le speranze mie di ieri.


Così mi chiedo, qual è il posto che mi spetta?
Qual è il mio ruolo dentro questo angusto mondo?
Quand'è che alfine giungerò a pagar la retta
per non precipitar nel vuoto, ancor più a fondo?


Il mondo intero è forse tutta un'illusione,
ed il mio posto, come avevo ipotizzato,
può esister solo nella mia immaginazione,
d'uomo senziente ma confuso e abbacinato,


ma se lo zero e l'infinito son congiunti
forse il mio posto non è poi così lontano,
poichè da zero inizierò a contare i punti
ad uno ad uno sulle dita della mano.



Share |


Poesia scritta il 15/03/2023 - 17:30
Da Giorgio Facchin
Letta n.98 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?