Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

RICORDI...
Gli Idoli imparano ...
I semi della cattive...
Chi chi chi co co co...
Su carta di bottigli...
L'Istante...
Festa rionale...
Una voce nel deserto...
La mia compagna...
AMORE LETALE...
Di marzo...
La bella storia di P...
A mia moglie Gabriel...
Sangue nero...
Batacchio fuor di ca...
GENDAI...
La mia fortuna che a...
Echi...
Per O...
Amilcare il pagliacc...
Senza peli sulla......
BIANCO E NERO...
Il Rimpianto...
ore 12...
Senza fretta...
Cammino sulle nuvole...
VECCHIAIA ADOLESC...
Il pensatore...
Riflessioni di un me...
Gabbie...
Indifferenti...
Spazi infiniti...
Scarpe di vernice (…...
Nel mio silenzio...
Il Cavallo Romano*...
Sussurri d'amore...
PIOGGIA PIANTO D...
Le Ombre del Bosco M...
RABBIA...
Perle nella rete...
Katauta...
Le bettole...
Mercato rionale...
Dolce presente...
Canale (sottile velo...
La casa abbandonata...
A' MAMMA (festa del...
L'Alpino...
Infinito Silenzio...
E ti ho amata...
Ogni bambino trova i...
FACCE...
Corre il Vento...
CONSAPEVOLEZZA DI...
Fragile...
Andarsene...
Un bocciolo di rosa ...
Il tunnel e il mare...
Cura...
Il movimento dell’ac...
Quando l’ironia fa p...
Di un pensiero antic...
...che adulto non lo...
Riscrivi la storia c...
Cento occhiali...
Agognati silenzi...
Fuga dalla baita...
MAL D’ AMORE...
Di quando viene sera...
CANTO DELLA TERRA...
Come angeli...
Bianco merletto...
Scrittore di strillo...
Meraviglia...
Siamo uniti...
Viaggio di speranza ...
Parole trafugate...
haiku *....
NUCLEUS ACCUMBENS...
Apoteosi di un pensi...
FILOFOBIA...
Sì l'ammore...
QUELLO STRANO MOVIME...
Che paura!...
Ladro di pensieri...
Il dono del cervello...
grigio mela...
L'aria di maggio...
Differente...
La sera...
Su Scrisosciu...
La dimora dell'anima...
Una lettera e un sog...
Siamo tutti migranti...
Bellezza. ...
La partenza...
MIO E’ IL MARE...
Giardinetto...
La grande libertà d\...
Calpestando la mia o...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Giulia

Giulia


Eran due nell'angolo oscuro ,il giardin non era
gentile di rose adorno, inver ruvido e spino .
Cielo plumbeo ne sole ne vento,
maggio era lontano dal tristo convento .
L 'aroma di pianta in fior languiva puteva del
marcio d'intorno.
Dolce fanciulla di giovanil passo ,
perché tanto ti rovini in cotal sasso ?
Gli occhi lacrimosi e bassi oscuravan il glauco sguardo tant 'e che pur l 'erba si fe più bassa ,smunta
Al petto stringeva un pargoletto alla vita non gridava schietto ne alla poppa era diretto ,
ma lasso muto e di poi fiacco .
Fanciullino dolce e caro perché le pugna non levi al ciel che per amor in terra ti ha donato ?
Non un vagito ,un lamento ma vita umiliata
offesa!
Quel tristo duetto nello sconosciuto lembo
a lacrimar Acli tutta la folla ingaggia.
Da TRrento a capo Boeo un singulto si leva
scoloriti visi a cotanto scempio.
Amor malato
falso e maledetto, questo rechi
nel petto di chi dono' sangue anima
a sposa e suo genito?
Follia! madre d 'ogni difetto ,
tanto hai il suo pensier infetto ,
che per trappola e dispetto
al suo amor non bacio ma ferro ha offerto.
Or la terra ha già il ventre aperto per man si tengono nell'antro nero .
Non ve più vento pioggia o freddo
non piu primavera e prima rondine
Inver solo silenzio.
Ricordo di colei tanto calda di sogni pregna
contava i di' d esser puerpera.
Il disio si scioglie come il sangue lascia la vena
Risona nel.petto un unica lena,
quel dolce sussurro d' esser madre
da mane a sera .


Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 07/06/2023 - 07:17
Da corrado cioci
Letta n.186 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Non ci sono parole solo bravo.

Zio Frank Storie del gufo 07/06/2023 - 18:50

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?