Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SIRENE...
Rosa...
Ruvidi gradini...
Il grillo parlante...
Vespasiano rionale...
Dadi...
Keiryu...
Ti ho inventato io...
LASCIARSI OGGI...
Il battesimo del mar...
La notte...
Indispensabile...
Isocronismo 2.0- alt...
IL MATRIMONIO FALLIT...
Quando la giustizia ...
La fiammante monopos...
Policromia...
Oh mare!...
Se mi chiedi perché...
Toti, uno de’ míi om...
Ubbia legislativa...
Il volto di mia madr...
La stanchezza che ...
QUESTA SONO IO...
Di sera...
Isocronismo 2.0- nei...
Che si dice?...
Un violinista in met...
Che colori ha la tua...
Rilassano i pensieri...
iIl mio micino dorme...
Unione Sarda...
UN GIORNO D\\\'AUTUN...
In treno...
Un salto nel futuro...
Profumo di Mare...
Delicato...
Isocronismo 2.0- nei...
Cinerina libertà...
D'un cuore svanito...
Inverno eterno...
Le parole usate...
IL MONDO RESTA...
Grazia Deledda...
IL TEMPO UN MO...
Mani in pasta...
Caduche fiammelle ac...
SCHEGGE...
Il violino a tracoll...
Coesi e coevi (tutti...
Estate venti ventiqu...
Nel bosco...
Bungei Senryu...
L'albero della vita...
Un capolavoro...
L' anima tòrta...
I savoiardi...
Le persone si lament...
Ci sei solo tu...
Bianca...
Rime libere...
Insigne professore...
LA BELLEZZA CI ...
A fili di refe...
Alghe...
Alcuni dei miei pens...
IL DESIO...
Che macello!...
Il mio necrologio...
Gio Gio...
A Giulia...
PICCOLA CHIESETTA...
In riva al mare...
L'essere umano stolt...
Ilarità e mestizia...
Mi hai dato un bistu...
Come se...
Il di me sguardo...
Come parigine sulle ...
L'amico improvvisato...
Anime in volo...
Fin oltre la cima...
Il Tempo...
Nunc scitote de dubi...
VICINO A TE...
Rosso di neve...
L'innaffiatoio di po...
Mani rotte (tutti i ...
Chartreuse (thème)...
MADRE...
Come aria respirando...
La stanza... La visi...
La libertà dei penta...
L’arcobaleno dell’an...
Ali di cielo...
Rilievi Celesti...
Forse il Mare...
SCI...
Povera sorda...
CORPO DI DONNA...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

La morte di un cuore

Tentiamo di spodestare qualcosa che ci fa male,
Incarichiamo il nostro ego di giocare ma qualcosa sempre permane.


Piccoli uomini e piccole donne in fila per un pezzo di pane,
Si cerca l'amore disperatamente anche quando non si ha fame.


Guardiamo l'altra persona come fosse arredo o un trofeo da mostrare,
Misurare l'amore in base alla gelosia crea grane,
Ci nascondiamo al rumore come fanno le rane.


Carico il drink perché ho necessità di volare,
Davanti all'insicurezza vorrei parlare,
Cablare lingua e pensiero, per sgonfiare,
Calibrare la mia pelle, in modo che io mi faccia un po' toccare.
Desidero salare la mia acqua quando sono in ebollizione,
Farti assaggiare la mia pasta, per poi offrirti un altra porzione.


È così che aggiungono una nuova didascalia alla foto,
Una frase fatta perché non hanno fatto ancora nulla,
Persone standard che non mi dicono nulla,
Solo una canna davanti a loro mi annulla.


Certe volte mi sento un gladiatore,
Altre invece vorrei l'estrema unzione,
Cos'è che alimenta la tua vita,
Se non un disegno fatto a matita.
Ma sai che la grafite si consuma,
Ed un cuore morto non si riesuma.



Share |


Poesia scritta il 08/11/2023 - 17:33
Da Tommaso Martino Bellini
Letta n.906 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?