Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MONOKU 17 SILLABE OR...
La stupidità non è...
Aiutare il prossimo ...
haiku PV...
CADUCITA\'...
L\'onta...
Rovesciamento della ...
Spighe...
Tramonto sul Mottolo...
Anime...
Causa effetto...
Nuovi incontri...
DOMANI UN NUOVO ...
Quando la morte non ...
Chi mostra il mostro...
Tutti li ommini alme...
Come tra i rovi le m...
E sto......
Katauta 0...
Una bugia nel cuore...
Come carta velina...
Tramonto sull’oceano...
In Sicilia...
Carta di gelso...
Internati...
Accadimenti accident...
Bergamo...
HAIKU GENDAI...
La vita sussurra...
GRIDA IL TUO DOLO...
Giovenale Rionale...
Luca e Alba...
Cambiare...
Amici...
ANIMA...
CLIC...
Attratti e distratti...
Non sono mai sola...
Vecchio scarpone...
Le notti di D. sfuma...
APPRODO...
Uno sguardo sul Mare...
Il distacco...
Cnosso...
La nostalgia dell'im...
La dimora dell'anima...
Gioacchino spigionat...
Adesso Tube (parodia...
Tra la vita e l'asfa...
Leggiadra terra mia ...
SOLITUDINE UNA ...
Causa, effetto che s...
Niente grigio...
Persino oggi...
Al mio caro amico Fr...
Felice d’esserci pur...
Chi si assomiglia si...
I cervelloni...
La pace del bosco...
RICORDI...
Gli Idoli imparano ...
I semi della cattive...
Chi chi chi co co co...
Su carta di bottigli...
L'Istante...
Festa rionale...
Una voce nel deserto...
AMORE LETALE...
La bella storia di P...
A mia moglie Gabriel...
Batacchio fuor di ca...
GENDAI...
La mia fortuna che a...
Echi...
Per O...
Amilcare il pagliacc...
Senza peli sulla......
BIANCO E NERO...
Il Rimpianto...
Senza fretta...
Cammino sulle nuvole...
VECCHIAIA ADOLESC...
Il pensatore...
Riflessioni di un me...
Gabbie...
Indifferenti...
Spazi infiniti...
Scarpe di vernice (…...
Nel mio silenzio...
Sussurri d'amore...
PIOGGIA PIANTO D...
RABBIA...
Perle nella rete...
Katauta...
Le bettole...
Mercato rionale...
Dolce presente...
Canale (sottile velo...
La casa abbandonata...
A' MAMMA (festa del...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Terra morta e una bandiera.

Morimmo tutti quanti
al tramonto,
quando l'alta marea
inghiottì la pozza
tra la sabbia, che il mare singhiozzando, onda
su onda fece.
Fu quando il silenzio,
si fornì di un corpo e diventò l'unica parola a sibilar tra le macerie,
che venne avanti Lei, padrona di tanti sensi.
Ma non è nulla,
la morte sola avanza
e porta il sonno di chi,
non spera niente.
Fecero una striscia scura, ora di sangue acceso,
la rivoltarono
in un panno nero
e come carta bianca
su erba verde,
si sparse solo dita
di cenere.


Share |


Poesia scritta il 10/11/2023 - 17:51
Da Anna Cenni
Letta n.925 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Grazie infinite Francesco.

Anna Cenni 12/11/2023 - 18:25

--------------------------------------

Quanto tu dici è sotto i nostri occhi che ci dicono a quanta efferatezza è capace l'uomo cosiddetto civile. Bella questa tua e commovente pur nella drammaticità dell'argomento. Ciao

Francesco Scolaro 12/11/2023 - 17:47

--------------------------------------

Grazie di cuore Ernesto, infatti il tema è molto scottante e dà adito a faziosità pericolose.

Anna Cenni 11/11/2023 - 11:57

--------------------------------------

Bellissima opera e significativa.

Ernesto D’Onise 11/11/2023 - 11:38

--------------------------------------

Gaudì un giorno disse "Il mio cliente non ha fretta, Dio ha tutto il tempo del mondo" ma nella Striscia si ha invece fretta, che tacciano le bombe
che Dio invece, appunto..non ha mai fretta..e aspetta aspetta.Grazie di cuore Mirko.

Anna Cenni 10/11/2023 - 23:03

--------------------------------------

La "striscia" è la linea retta degli uomini, quella curva la linea di Dio
dove un sorriso raddrizzerebbe tutto (Antoni Gaudi e Phyllis Diller)


Bellissima poesia catartica, complimenti


Mirko D. Mastro 10/11/2023 - 22:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?