Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MONOKU 17 SILLABE OR...
La stupidità non è...
Aiutare il prossimo ...
haiku PV...
CADUCITA\'...
L\'onta...
Rovesciamento della ...
Spighe...
Tramonto sul Mottolo...
Anime...
Causa effetto...
Nuovi incontri...
DOMANI UN NUOVO ...
Quando la morte non ...
Chi mostra il mostro...
Tutti li ommini alme...
Come tra i rovi le m...
E sto......
Katauta 0...
Una bugia nel cuore...
Come carta velina...
Tramonto sull’oceano...
In Sicilia...
Carta di gelso...
Internati...
Accadimenti accident...
Bergamo...
HAIKU GENDAI...
La vita sussurra...
GRIDA IL TUO DOLO...
Giovenale Rionale...
Luca e Alba...
Cambiare...
Amici...
ANIMA...
CLIC...
Attratti e distratti...
Non sono mai sola...
Vecchio scarpone...
Le notti di D. sfuma...
APPRODO...
Uno sguardo sul Mare...
Il distacco...
Cnosso...
La nostalgia dell'im...
La dimora dell'anima...
Gioacchino spigionat...
Adesso Tube (parodia...
Tra la vita e l'asfa...
Leggiadra terra mia ...
SOLITUDINE UNA ...
Causa, effetto che s...
Niente grigio...
Persino oggi...
Al mio caro amico Fr...
Felice d’esserci pur...
Chi si assomiglia si...
I cervelloni...
La pace del bosco...
RICORDI...
Gli Idoli imparano ...
I semi della cattive...
Chi chi chi co co co...
Su carta di bottigli...
L'Istante...
Festa rionale...
Una voce nel deserto...
AMORE LETALE...
La bella storia di P...
A mia moglie Gabriel...
Batacchio fuor di ca...
GENDAI...
La mia fortuna che a...
Echi...
Per O...
Amilcare il pagliacc...
Senza peli sulla......
BIANCO E NERO...
Il Rimpianto...
Senza fretta...
Cammino sulle nuvole...
VECCHIAIA ADOLESC...
Il pensatore...
Riflessioni di un me...
Gabbie...
Indifferenti...
Spazi infiniti...
Scarpe di vernice (…...
Nel mio silenzio...
Sussurri d'amore...
PIOGGIA PIANTO D...
RABBIA...
Perle nella rete...
Katauta...
Le bettole...
Mercato rionale...
Dolce presente...
Canale (sottile velo...
La casa abbandonata...
A' MAMMA (festa del...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

UN POVERO CANE

Furtivo sono lì, ombra nell’ombra
nell’inquietante silenzio della notte,
quasi a voler seppellire un ricordo.


Soffice l’attrezzo ferisce l’umido manto
mentre ill pensiero affonda radici di vita
solo perché è passato, io come te oramai
ho chiuso anni che piü non contano.


Già domani per noi, muti per un’intesa tacita,
non ci saranno rimpianti.


Tu, povero cane, deposto all’ombra
del salice a te sempre caro, troverai pace.
Ma io dovrò celare l’incompresa tristezza.


Ti ricordo cucciolo correre felice
nelle campagne assolate e rivivo
familiari crepitii che più non udrò.


Ricordo la tua attesa per una carezza,
il disperato guaire denso di sofferenza,
il tuo ultimo sguardo di stasera,
colmo di tristezza e d’affetto.


Diranno domani che eri solo un cane
ed io dovrò dimenticare con te questo lembo
di vita che si è dissolto.


Il cozzar della pala su di un sasso
celato nell’erba mi avverte che tutto è finito.
Così, avvolto nell’ombra e nel silenzio,
la campagna ha sepolto con te
anche i miei vaganti pensieri.


Una goccia di rugiada, scivolata da una foglia
del salice, mi schizza sul volto confondendosi
con l’umidore degli occhi, quasi a voler suggellare
un segreto d’affetto e di rimpiati.



Share |


Poesia scritta il 17/11/2023 - 20:20
Da Adriano Martini
Letta n.1308 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?