Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'ultimo traghetto...
Ti ho pensata una se...
Assimilo gli alberi...
Da qualche ora...
Gli occhiali...
DOVE SVANISCONO ...
HAIKU H...
Tempo d'Amore...
Reminiscenze...
ONDE...
Sconosciuti mondi...
Giotto e l'invenzion...
Pinnettas...
Vorrei gridare al te...
Cinque candeline...
Haiku 12...
I miei pensieri...
Certe volte capita...
19:53...
Fiabesca...
Oltre il vento del c...
Lei...
Sei tu....
Climbing...
Al costo di un franc...
Versi sciroccati...
PENSIERI ALLA ...
PRIVATO...
L'ultimo torneo del ...
La guerra...
PRIMAVERA...D'AUTUNN...
Cedo il passo alla p...
L'uccellino e il pes...
Velata...
Non lo sapevo...
Sogno di un bambino...
Alla stazione ferrov...
Haiku n 3...
Haiku 11...
Amore senza silenzi ...
Pianto di sale...
La psiche...
Tanka 1...
l'amicizia è......
Notte senza luna...
A Giulio Tiberio...
boschi d'ottobre...
AMABILE CREATURA...
Mi hai fatto innamor...
Metafora auttunale...
In attesa...
Sguardi...
Quell’espressione di...
Stelle...
Con me passeggiando...
IN QUEL SUO SAPERE...
LE PAROLE...
Come il ponte unisce...
Gita di terza Media ...
TU ERI UM ANGELO...
Oggi...
Scrivere...
Casuale...
E io dormivo...
The first memory...
Non dire mai....
LA METAFORA DELLA ME...
Dall'immensa finestr...
Negli USA vendono le...
IL SENSO DELLE COSE...
Minuscole sensazioni...
Poesia...
essere in attesa...
Café del mar...La pa...
Metafora...
VOLA VIA LONTANO...
Haiku K...
Pensieri della sera...
Stranezze...
Grundig...
C'è un posto nel mio...
L'esule...
Haiku F...
Tagli indiscriminati...
Come cadono le fogli...
SOFFRIRE E' UN ...
Lontano...
Trasformazioni...
PREDA CHE SCAPPA...
Oste mi porti il con...
L'APPUNTAMENTO...
HAIKU G...
Nel tempo...
Quasi notte...
un raggio di sole ...
Lontano accanto a me...
Cellophane...
Proprio in quella li...
Tanka 6...
Mi baci...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Jean, il pittore

Lo guardo, anzi l'ammiro. Jean è un pittore parigino, dall'inseparabile basco nero coi baffetti all'insù e dal sorriso triste.
Ogni tanto mi fermo a parlare con lui. Non mi guarda mai, se non la tela, come ipnotizzato. Oggi sta pitturando una composizione floreale. La tavolozza sembra un arcobaleno persino nelle giornate più grigie.
È un artista di quelli veri, una bellissima anima, colto e sensibile.
«Soltanto i pennelli riescono ad asciugare le mie lacrime.» mi dice con un'espressione che denota tristezza. Conosco il passato di quest'uomo, l'amore non lo "dipinge" mai con tonalità rosse.
I fiori che sta disegnando con maestria sembrano aggrapparsi al cuore sofferente, si percepisce quella necessità del sole per prosperare e sbocciare.
Lo stimo, non è uno di quei tipi che scappa via semmai si rifugia in una via per esternare l'indubbia creatività procreata da un'essenza fuori dal comune.
«Mon cher, tu realizzi su carta e io su tela. Il bianco è il colore perfetto su cui “attingere”, non trovi?»
Resto in silenzio, le parole di Jeans delineano oculatezza.
«E se per una volta unissimo penne e pennelli?» soggiunge con un'altra domanda.
Sì, facciamolo, scrittura e pittura per provare a riordinare le linee aggrovigliate della malinconia.



Share |


Racconto scritto il 08/09/2019 - 08:12
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.144 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie mille sia a Maria Isabel e sia a Grazia. In sostanza ho voluto esprimere la scrittura e la pittura come forma di esternazione di un dolore segnatamente psicologico, ragion per cui entrambe le "arti" simboleggiano del sano sollievo e non soltanto valvola di sfogo, insomma conforto e consolazione al male di vivere e se vogliamo una ricerca mirato al senso del del vero, della genuinità e della della vita, nonostante le brutture e le delusioni.

Giuseppe Scilipoti 12/09/2019 - 20:11

--------------------------------------

Molto bello e profondo questo racconto. Fa pensare all'arte e al bisogno di esternare i sentimenti. Bravo come sempre!!! Bacione

Maria Isabel Mendez 12/09/2019 - 16:44

--------------------------------------

Un piccolo affresco il tuo, davvero bello!

Grazia Giuliani 09/09/2019 - 19:36

--------------------------------------

Ernesto, Margherita e Santa vi ringrazio per il vostro sensibile commento. Con "Jean, il pittore" fondamentalmente ho voluto esprimere in una forma di finto autobiografismo o con una storia che sembra aneddotica.
Ho strutturato il testo in un malinconico e grigio pomeriggio in cui avevo desiderio di colori & scrittura ed hanno hanno contribuito moltissimo due canzoni ovvero "Vivere a colori" di Fiorello e "Malinconia" di Riccardo Fogli, due brani opposti in termini di contenuto. Che mix!

Giuseppe Scilipoti 08/09/2019 - 20:20

--------------------------------------

Questo racconto mi ha coinvolto come non mai, per una che ama dopo l'Italia, ovviamente quasi tutto della francia.
Hai colto l'essenza della creatività francese, dal basco all'impressionismo dei colori e delle pennellate' en plain aire'. Il genio della penna unito a quello della pittura non possono che dare il meglio della propria interiorità. Complimenti di tutto cuore.

santa scardino 08/09/2019 - 11:35

--------------------------------------

La tua penna è come un pennello che dipinge in modo stupendo...bellissimo racconto che mi ha emozionata come non mai!
Complimenti!

Margherita Pisano 08/09/2019 - 11:13

--------------------------------------

Breve racconto ma bellissimo e coinvolgente.

Ernesto D'Onise 08/09/2019 - 10:13

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?