Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

oggi vorrei...
Notte...
Un appuntamento...
BINARI DI SOGNI...
Caos...
Seta...
La vita....
Io come te...
Sonetto a Chioggia...
Cittadini di poesie ...
Se Tu conosci il tuo...
n° 23 (R/P)...
writers...
Amore in famiglia...
PAURA...
Perché le guerre?...
E siamo qui...
Lampo...
Anita...
Innamorato di una st...
DONNA PER TE...
In un tempo eterno...
PESCA...
Il Potere della Luna...
Mors tua vita mea...
Il bello e il buono ...
La natura e le sue m...
Dormimmo insieme una...
La mia casa...
Emozioni...
La primavera vola ne...
L' eternità e un mom...
Del Mare...
ORME SU DI ME...
Mattatoio Comunale...
Non ti riconosco più...
Poi arrivasti tu...
Tu Figlia mia...
Grandine...
Decisioni...
apnea...
n° 22 (R/P)...
CHIAMAMI POETA...
Creatura...
I due volatili...
PAROLE CROCIATE...
La natura ci offre i...
Ali di cielo...
Ricordi d'infanzia n...
SORRISO INNOCENTE...
Saturnia...
Ragazzo mio...
L' AMICO VINCENZO...
Infinito volo...
Poetessa...
Poetesse di Oggi scr...
Il volo...
Oltre il cielo...
Un vecchio disegno...
S'affannano ed insis...
Il buio...
Lievito madre...
Ode al mio angelo...
Pioppino...
L'occhio...
IL PIACERE...
35 Agosto 2007...
Ricordi sbiaditi...
Tornerà?...
Il mio cioccolatino...
UN TRAMONTO ROSSO FU...
L'amore segreto dell...
Senza meta...
Mi piace lo stile e ...
I ricordi sono come ...
Alle radici del vuot...
The Legionary...
Valzer per Olindo...
int' 'a stu fridd' c...
Il conto da pagare...
Una notte in bianco ...
Amore e riflessioni ...
CERCANDO LA QUIETE...
Ubriaca di...sogni...
s\'inchina e ghermis...
La stessa ondata di ...
Il Dimenticato....
Mamma e Madre...
Festa della Mamma...
Madre del riso...
I padroni del silenz...
Haiku 102...
Songs...
Stordito...
Blu Indifferenza...
Stelle...
Mettere a frutto il ...
Amami...
Il Contadino Dell'An...
Due versioni...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



INCOMPRESA

Un giorno ero sicura delle mie certezze, man mano che il tempo passava diminuiva la mia forza, aumentavano le paure ciò che sembrava ben fatto non lo era più. Ho sondato me stessa scrivendo quello che sento, mi racconto… la mia penna è la mia anima, mi sento esiliata dai cuori sempre in un crescendo altalenare che proiettava l’animo mio nella confusione più totale. Mi chiedevo alla vigilia di ogni battaglia qual’era la via giusta, sono stanca di sbagliare, penso che il tempo del mio riposo sia giunto, non ho voglia di maestri sapienti che mi dicano cosa devo fare e ciò che non devo fare. Il silenzio che ferma il mondo mi rapisce mi nasconde in prigioni dorate che abbagliano e confondono con miraggi che vanno e vengono e si appropriano della coscienza. Eppure ci sei con tutta la tua semplicità, il tuo amore, la tua fedeltà ma questo non basta sirene malvagie cantano una melodia che affascina l’uomo da sempre, intrecciano chimere dove anche il nocchiero più esperto va a naufragare. Come puoi tu cambiare il mondo, fragile, indifesa, sola nel tuo pensare, nel correre dietro ai giorni che segnano il fisico e l’anima che vede ancora con occhi di fanciulla gli anni di una vita che l’esperienza ha plasmato e tutto ha coperto con veli di rimpianti. Imparerò a vincere l’angoscia che mi rende triste perché” incompresa” parola che solo scrivendola mi intimorisce e mi spaventa... è solo un concetto perché io voglio appartenere al mondo, essere presente, attiva. Scioglierò i lacci immaginari che mi legano, libererò le mie idee i miei slanci, le mie frasi, mi costerà tantissimo ma è il prezzo della libertà, col tempo sarò più sicura nell’essere come sempre sono stata… me stessa.


Mirella Narducci




Share |


Racconto scritto il 23/04/2021 - 17:52
Da mirella narducci
Letta n.81 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


È una delle maggiori sofferenze sentirsi incompresi! E allora solo in sé stessi si può trovare un amico che ci capisce e sta dalla nostra parte. Tema ben esposto e, ahimè, comune a molte persone.

Anna Maria Foglia 24/04/2021 - 08:50

--------------------------------------

Carissima Mirella ho letto il tuo raccontare te stessa, e l'ho riletto ancora e in ogni tua parola mi sono ritrovata. So cosa significa sentirsi sempre fuori posto, un pesce fuori dall'acqua, avere intorno tante persone e sentirsi lo stesso sole ed appunto incomprese. Ciaoo

Anna Rossi 24/04/2021 - 04:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?