Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Luna...
La vanità è causa di...
Alfa, beta, gamma e ...
La stanza che aspett...
Nel sottobosco quand...
Una via d'uscita...
LA DEBOLEZZA DEL...
INNO ALLA SHOAH Lacr...
Siamo atomi strettam...
je ne savais pas...
FINALMENTE IO...
IN QUEL DIVINO VOLER...
È solo una sera d’Au...
SCORCI...
La Laguna...
Vite da guerra...
Come carne viva...
Porto i tuoi sogni c...
L'impercettibilità d...
Cielo d'ottobre...
STELLE E SOGNI...
Miss Spring...
Arriva sempre l'ora ...
Negli occhi di una m...
Al Buio...
Stancamente...
Voglia di volare...
First Time...
Il ballo dell'ombra...
Donna...
Il tempo non passa m...
PANETTONE STRADALE...
Un'avventura...
Gretchen...
FOGLIA IN AUTUNNO...
Ultima volta al civi...
I pensieri...
Preferisco...
Non giudicare le per...
L' ARTE DI AMARE...
Il movente...
Letture leggere...
In un combino Creati...
AUTUNNO...
Ad altri insegna il ...
Gabbiano...
La copertina d’ocra ...
Nove Ottobre ‘sessan...
Distrazione...
La foglia...
SOGNO E DESIDERI...
Presso la fonte anti...
Fiammella delicata...
IL GIOVANE SAGGIO...
La speranza....
La scrittura, la mus...
Donna fugata...
Il mio pensiero...
Il profumo dei giorn...
Una Voce...
Solitudo...
La notte scorsa...
Fuori piove...
Dal canestro su per ...
Nuvole...
Poesia su tela bianc...
AUTUNNO...
LA CASA DEL SEGRETO...
Girotondo...
MANIFESTO FUNEBRE...
Il Dolore...
AFRICA...
Le giuste attenzioni...
Voglia di castagne...
USURAI...
Haiku D'autunno...
Passaggio a livello...
Piccoli vortici...
Notevole...
Olfatto...
Aspettando una lacri...
Ci sono poveri che r...
Soltanto allora...
IL POST PANDEMIA...
Nascita, vita, morte...
Un Attore, un Dottor...
Immaginario sentire...
BAGLIORI DI SPE...
Malinconia d’autunno...
CASTELLO...
Tutto tace...
Desidero il pensiero...
BREVE...
Chiedo venia...
Haiku...
La signora in bianco...
Piccolo fiore...
AL PORTO DI SANT’ELP...
Le Albe...
LA MIA ETA' MA...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



La cena dei morti

Un incauto ladro si aggirava in un vecchio cimitero di campagna e appena il custode si allontanava lui sottraeva i lumini più belli.
Una volta fatto man bassa rivendeva la refurtiva al mercato rionale esponendo la scritta: Lavorazioni e decori artigianali" eseguiti da lui.
I morti, stanchi dei soprusi del malfattore, si riunirono in consiglio e mentre pasteggiavano stuzzichini, stabilirono che avrebbero punito il ladro.
Un giorno, l'ignaro millantatore entrò nel cimitero e fu attirato da una bellissima luce.
Costeggiando un vialetto giunse ad una cappella e vi entrò.
Alle spalle dell'altare vi era una nicchia con una porta spalancata, la splendida luce proveniva da lì.
Sbirciò e vide una bellissima lampada dai cristalli rossi che emanava un'incredibile luce, non seppe resistere alla tentazione e si introdusse oltre quella porta.
Appena toccò la lampada la porta alle sue spalle svanì lasciandolo prigioniero all'interno di una nicchia che non esisteva nel mondo reale e a nulla valsero le sue urla di terrore in cerca d'aiuto. Avrebbe dovuto vivere in eterno là dentro senza mai morire, con accanto come unica compagnia quella luce che avrebbe voluto rubare.
Da quel giorno, ogni sera i morti si riunivano per fare la loro cena.
Al centro della grande tavola una bellissima lampada rossa illuminava il desco.


Tratta da: I racconti del cimitero
Genoveffa Frauopere©2021




Share |


Racconto scritto il 22/09/2021 - 14:53
Da genoveffa genè frau
Letta n.356 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Si-Mona
Si, devo convenire
che sei una pessima Mona.
De gustibus ti nutri disperata
solo per farti notare.
Chi sei?
Chi ti conosce?
Da quale loculo sei uscita?
Non era sigillato a sufficienza?
Avrebbero dovuto impiombarlo
con la fiamma ossidrica.
Scherzo naturalmente,
le sciocchezze le lascio dire a te
grandiosa o grandioso critico
asessuato e improvvisato all'occaso.
Hai avuto il tuo momento,
il desiderio di notorietà
ti ha dato alla testa.
Fatte vedè da uno bravo
prima di rioccupare il loculo
che risente della tua assenza.
Tanto ho capito chi sei...
VERGOGNATI
sei ridotto male amico/a
rispetta il sito che visiti, stai offendendo il luogo e classificando te
stesso/a.

genoveffa genè frau 24/09/2021 - 09:39

--------------------------------------

Ti ringrazio Maria Luisa

genoveffa genè frau 24/09/2021 - 09:34

--------------------------------------

Ti ringrazio Maria Luisa

genoveffa genè frau 24/09/2021 - 09:34

--------------------------------------

Gentilissima autrice erede di Zorro vendicatrice della scrittura gradiremmo leggere qualche suo bel testo cosí da erudirci a nuova tecnica nell'ars scribendi e poterci elevare al suo status superiore, purtroppo noi esseri umani abbisognamo di essere fans di un nuovo guru.
Insomma fans guru appassionatamente devoti d'ella.
A proposito menziono il regolamento per i comuni mortali e faccio appello ai padri revisori di questo sito per la sua applicazione onde evitare a un piccolo discipulo come me di fans gurare con ardore eventuali eletti che son maestri di questa bella arte e che meritano uno stuolo di fans per l'essere guru. Grazie in anticipo per codesta impellente abbisogna visto che urge tirare lo sciacquone poetico onde liberare il defluire dei melliflui e malsani beatles che con la loro musica hanno intasato l'abc.

Jean C. G. 24/09/2021 - 01:47

--------------------------------------

Visto che si parla di Morte, falcio senza troppi complimenti questa pubblicazione di questa autrice che mi appare mediocre.
Bene, per stasera mi sono fatta il sangue acqua abbastanza, la qualità delle opere di Oggi Scrivo é davvero bassa.

Simona De Nardis 23/09/2021 - 22:50

--------------------------------------

Un bel racconto che si lascia leggere con curiosità. Complimenti anche da parte mia.

Maria Luisa Bandiera 23/09/2021 - 14:32

--------------------------------------

Ti ringrazio Jan, purtroppo ci sono persone che non meritano risposte, sono solo disturbatori seriali che si insinuano scegliendo non a caso dove colpire, lasciano il tempo che trovano, sono morti dentro, peggio dei morti del mio racconto. Buona giornata!

genoveffa genè frau 23/09/2021 - 13:48

--------------------------------------

La ringrazio Ralf Barbati per il tempo dedicato al mio scritto e per il gentile commento, buona giornata!

genoveffa genè frau 23/09/2021 - 13:44

--------------------------------------

Altra nota a conferma di quanto scritto... Sono certi commenti apparsi in giro.
Vabbè er monno è de tutti, puro de caciottari e maleducati.
Che volemo fa
In quarche modo
Sa da campà
E rompendo li poponi
Se po diventà tronfi
E sbruffoni.
Fietta mia
Damme retta
Pe scrive bene
A volte basta na peretta
E ce soddisfi in sol colpo
Il pancino gonfio e strano
Con gran fiato dar deretano.

Jean C. G. 23/09/2021 - 07:10

--------------------------------------

Bella raffigurazione metaforica in stile Poe.
Una nota che non vuol offendere nessuno ma che analizza serenamente la situazione.
Cosa rappresenta un sito poetico oggi?
Vedo solo stelline e ripicche
Fra persone che volgono l'azione a "guerriglia poetica".
Ha senso tutto questo?
Dov'è la vera scrittura?
Ognuno vive come gli pare...
Da parte mia dopo aver subito diversi furti informatici sul mio pc ritengo l'esperienza di pubblicare in rete non praticabile. È da veri matti perdere tempo in beghe senza alcun senso logico manco dovessimo conquistare un regno. L'enfasi che si è creata intorno a questo mondo non ha alcun nesso con la logica. Poi piena libertá di pensiero per tutti e quindi come sempre auguro buona poesia vera per ognuno che vuol farla, per altri questi siti sono solo uno strumento per sfogare la loro frustrazione e solitudine mentale. Auguro lunga vita a questo sito su cui pubblicai la mia prima poesia tanto tempo fa quando poesia era uguale a pura passione.

Jean C. G. 22/09/2021 - 21:15

--------------------------------------

Se mi permetti: brava, deliziosa storia e significativa. Ben scritta.
Complimenti.

Ralph Barbati 22/09/2021 - 18:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?