Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Buchi neri...
SPENSIERATAMENTE...
Il sorriso del poeta...
Il colibrì...
A spasso nel tempo...
Respiri...
Il sublime piacere d...
L\'uomo che conobbe ...
La collettività non ...
IL PIATTO DEL GIORNO...
L'ARIA CONDIZIONATA...
La cultura dell'amor...
La vera gentilezza c...
Il mondo a quote più...
Fobia...
Quando ognuno fa que...
La Coccinella...
Cento anni...
HAIKU 11...
Grotte...
Non ascoltiamo quell...
Finzione (Anglicismi...
PULIZIE EXTRA...
Afflato di luna...
L\'uomo che conobbe ...
Il mio sogno...
Illusioni...
L'ITALIA DEI FURBETT...
In pensiero...
L'ora del corvo...
Balconcino...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Due universi...
Una piccola malincon...
Je...
Milos tra le braccia...
Silenzio assordante...
Scrivo di getto...
Ortensia Selvatica...
Eccomi amore......
Distratta...
Ancora sorridono i f...
PETALI...
L\'uomo che conobbe ...
Il faro...
NOTTI IN PRESTITO...
MADRE MIA DOLCISSIMA...
IL CONOSCENTE PIACIO...
LA FELICITA' VIE...
caro Mango...
ROGER...
Cieli silenziosi...
Infinita luce (conco...
Note diverse...
I SUOI OCCHI COME UN...
Destino...
Cullami o mare...
Compendio universale...
In bilico...
La mia amica Martina...
Tra le figlie di Net...
DOLORE...
Il dolore degli altr...
Lucente D'amore...
Donna... e...
L'egocentrica a teat...
Canto di lei...
Piccolo soldato...
L\'uomo che conobbe ...
Giaggioli...
E sei sempre lì...
QUADRO DI BOTTICELLI...
Il Timido Gheppio...
Essere se stessi..ri...
LA TEMPESTA PERFETTA...
Cartolina...
Vestita di nero...
I misteri dell\'abba...
L'unica creatura...
Tu, Alato Amorino...
Brucia la terra...
La dolce compagnia...
Lei, ride amara dei ...
La partigiana...
Rosengarten...
Dillo un'altra volta...
Intenti d'amore...
Bianco e nero...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Silvestre...
APRI IL CUORE...
La rosa...
Il calamaio di latte...
Eppure...
Tace il silente tigl...
PASCIUTI TARLI...
Musa in prestito (a ...
Nei righi...ti ritro...
MILKY CUCCIOLO...
A Mia Madre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



“LE DOMENICHE DA S-BALLO”

Correvano gli anni 60/70, anni stupendi.
La nostra adolescenza chiedeva libertà.
La musica e le canzoni accompagnavano la nostra vita.
Pochi dischi, ma tanta voglia di danzare a passo lento…La notte di Adamo!


Consuetudine erano le belle festicciole da ballo da qualcuno con casa libera al sabato o alla domenica a partire già dalle due o tre del pomeriggio.
Assediati dall’ansia di non saper quante ragazze sarebbero state presenti, averne tra noi almeno la metà di quelle invitate, era garanzia di successo.


Protagonisti di un lavoro diligente, ognuno aveva la sua mansione: chi portava il giradischi, chi i dischi, chi, semplicemente, speranze e sogni.
Da poche persone nella stanza dove si ballava, si arrivava al completo degli invitati.
Le tapparelle abbassate, la luce accesa e il giradischi, intonante la canzone storica del momento, diveniva il solo complice dei nostri primi approcci.


Nell’aria i profumi dei presenti, mescolatisi tra loro, accarezzavano i nostri volti sorridenti e sembravano essere in grado di lenire in quel momento ogni nostra preoccupazione o turbamento.
Palpabile l’entusiasmo.
Di tutti la speranza di fermare il tempo e di riviverlo a rallentatore.


Batticuori, farfalle nello stomaco, abbracci, avevano sapore di futuro.
Si consolidavano amicizie.
Nascevano amori.
Ne tramontavano alcuni “grandi”.
Si maturava senza nemmeno accorgersene.


Anche se il tempo scorreva veloce scandendo le ore per il ritorno a casa, quelli erano momenti eterni di felicità.
L’incanto delle ore trascorse era ed è come inciso nella mente di tutti coloro che quel tempo lo hanno vissuto, scandito e persino realizzato con la ragazza desiderata e sognata in quei pomeriggi da s-ballo.
Erano le nostre domeniche.
Erano le nostre ansie.
Erano le nostre emozioni.
Erano le nostre speranze.
Erano i nostri tempi.



Carmine De Masi, 20/4/2021




Share |


Racconto scritto il 09/05/2022 - 12:56
Da Carmine De Masi
Letta n.139 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


TONINO,grazie per la tua testimonianza.

Carmine De Masi 10/05/2022 - 20:15

--------------------------------------

Tempi indimenticabili per noi bruttini, le ragazze erano obbligate a ballare con il primo che la invitava, se negava per quel ballo anche lei riposava, che regole solidali avevamo a quei tempi ora se non sei ricco e belloccio nessuna più ci guarda... Troppo in fretta è volata quella meravigliosa gioventù Tonino

FADDA TONINO 10/05/2022 - 10:42

--------------------------------------

Grazie Maria, onorato per i complimenti.

Carmine De Masi 09/05/2022 - 14:34

--------------------------------------

Molto intenso questo nostalgico racconto.
Io sono arrivata un poco dopo, c'erano già le discoteche e quindi il clima che descrivi negli anni '80 già non c'era più.
Ma c'erano la giovinezza, i sogni, le speranze, i progetti... e le delusioni.
E stato un vero piacere leggerti, complimenti

Marina Assanti 09/05/2022 - 13:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?