Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La materia cosmica s...
L\'anima mia è nuda...
NELLA CASA DELL EMPI...
Transumanza...
Certi momenti......
Lo sbaglio di una ro...
Da quell’ultimo (mio...
Nel silenzio ritrovo...
Haiku (1)...
Il temporale...
San Lorenzo...
Vorrei essere un gla...
Meditando...
SICCITÀ...
Sentenza planetaria...
ONDE...
Il denaro è quella c...
La nuit de Aimèe...
Mezza estate...
Acqua 8...
SACCO A PELO...
Lettere filanti...
Pescherecci sul Luse...
STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...
La sera ad agosto co...
Livia...
La vita è un viaggio...
Bisso...
canzone triste...
Farfallina colorata...
Murales...
Parodia di Volare di...
Il mocio...
Il suo albero...
Con ottimismo...
ACQUA...
SATELLITE...
I promessi sposi del...
Agosto...
La notte nel mirino...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com



Il popolo della notte

La notte non è uno spazio temporale, è un luogo. In questo luogo la luna e le stelle fanno a gara col sole per allontanare dagli uomini la paura della morte.
Tutti, umani e animali, passano una parte della giornata in questo luogo, e lo fanno per una duplice ragione: riposare e sognare.
C'è poi un popolo che vive solo in questo territorio, e invece si riposa e sogna alla luce del giorno. È il popolo della notte.
A sentire questi stravaganti abitanti della notte, si vive per davvero soltanto in quel luogo, che essi trovano meraviglioso e pieno di sorprese. Ci trovi di tutto, in quelle vie abitate dai nottambuli: prostitute, ubriachi di alcol e di vita, uomini che affogano la tristezza in mille modi, sbandati e persone che vogliono sognare ad occhi aperti, vivendolo quel sogno nella maniera più reale possibile.
Se qualcuno mi chiedesse di fare una distinzione degli abitanti della terra, non la farei a colore della pelle, o mediante il loro livello culturale, politico, economico, distinguendo razze e religioni. Dividerei l'umanità in popolo del giorno e popolo della notte. E, nel secondo, la trasversalità è garantita: bianchi, neri, giovani, anziani, professori e studenti, uomini e donne, casalinghe e puttane, religiosi e atei, poveri e ricchi...e via dicendo.
Ora tocca a me mettermi in uno di questi popoli. Pensa e ripensa, credo proprio di essere uno che abita nel mondo del giorno, ma con cittadinanza onoraria nel mondo occupato dal popolo della notte.
Luogo che visito spesso, anche per scrivere, specialmente in compagnia di chi mi fa dimenticare la tristezza. E con noi c'è sempre la luna, in compagnia delle stelle.



Share |


Racconto scritto il 30/06/2022 - 12:32
Da Alex Sandrini
Letta n.134 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Grazie tante Margherita...a rileggerci. Ciao.

Alex Sandrini 01/07/2022 - 13:20

--------------------------------------

Beh Zio Frank...anche la tua è una verità, un punto di vista interessante. Grazie.

Alex Sandrini 01/07/2022 - 13:20

--------------------------------------

Un racconto che ispira riflessione, infondo non ho mai pensato a questa idea originale di dividere gli uomini tra notte e giorno, anche se la dualità è estremamente intrinseca al nostro essere... ma tu parli di un concetto diverso, saputo esprimere con un tocco poetico niente male.
Complimenti!

Margherita Pisano 30/06/2022 - 22:09

--------------------------------------

la notte e fatta per sentire I rumori lontani.

Zio Frank Storie del gufo 30/06/2022 - 20:30

--------------------------------------

Vero Maria Luisa...hai detto bene. C'è qualche nota di tristezza, voluta, anzi naturale per me che sono un nostalgico tendente al triste. Grazie.

Alex Sandrini 30/06/2022 - 15:55

--------------------------------------

Un racconto scorrevole e ben scritto con qualche nota di tristezza.

Maria Luisa Bandiera 30/06/2022 - 15:49

--------------------------------------

Grazie Anna...un raccontino, anzi più che altro un pensiero esistenziale. passerò anch'io a leggerti.

Alex Sandrini 30/06/2022 - 15:07

--------------------------------------

Vero Marina, ci sono molti animali notturni...io poi ho la casa ai confini di un parco e ogni mattina vengo svegliato dal loro verso. Grazie per le 5 stelle.

Alex Sandrini 30/06/2022 - 15:06

--------------------------------------

Un racconto molto originale, bello scrivere e dividere il popolo tra il giorno e la notte!! Scrivi davvero bene, mi è molto piaciuto, bravissimo Alex. A rileggerti!!

Anna Cenni 30/06/2022 - 14:55

--------------------------------------

5* per la tua notte...

Marina Assanti 30/06/2022 - 14:39

--------------------------------------

E' molto interessante e ben scritto questo tuo racconto, Alex.
Fa riflettere anche su come ognuno di noi "veda" il genere umano e la vita.
Ti ho letto con vero piacere...
Complimenti...
p.s. ci sono anche animali notturni: gufi, civette, pipistrelli e ricci... e altri predatori.
Ciao

Marina Assanti 30/06/2022 - 14:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?