Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Coesi e coevi (tutti...
Estate venti ventiqu...
Nel bosco...
Bungei Senryu...
L'albero della vita...
Un capolavoro...
L' anima tòrta...
I savoiardi...
Le persone si lament...
Ci sei solo tu...
Bianca...
Rime libere...
Insigne professore...
LA BELLEZZA CI ...
A fili di refe...
Alghe...
Alcuni dei miei pens...
IL DESIO...
Che macello!...
Il mio necrologio...
Gio Gio...
A Giulia...
Non so più perché re...
PICCOLA CHIESETTA...
In riva al mare...
L'essere umano stolt...
Ilarità e mestizia...
Mi hai dato un bistu...
Come se...
Il di me sguardo...
Come parigine sulle ...
L'amico improvvisato...
Anime in volo...
Fin oltre la cima...
Il Tempo...
Nunc scitote de dubi...
VICINO A TE...
Rosso di neve...
L'innaffiatoio di po...
Mani rotte (tutti i ...
Chartreuse (thème)...
MADRE...
Come aria respirando...
La stanza... La visi...
La libertà dei penta...
L’arcobaleno dell’an...
Ali di cielo...
Rilievi Celesti...
Forse il Mare...
SCI...
Povera sorda...
CORPO DI DONNA...
C\'era il tempo...
Voce e diversi pensi...
La marionetta...
Fenomeni d'autore...
Il mare la spiaggia ...
Demenza senile...
Ecco al mattino...
Nella monotona e cre...
Gairo vecchia due...
Se veramente volessi...
Piscina rionale...
TORNARE A SOGNAR...
Vita mia...
Minimo...
Nell'attimo poetico ...
Se vedi un uomo clau...
Tre rondini per sem...
Trasparenze ( PaT)...
Epilogo...
Segnali nel buio...
Se il giallo-verdogn...
Mèng...
Sotto il sole...
Come una perla bianc...
Una donna...
La scatola del tempo...
Tessere...
L\' AMORE...
AMORE PROIBITO...
Prodotto interno l...
Il fisioterapista...
Nuvole grigie...
Il sacchetto di cori...
L’amore nel cielo...
Il suono della pace...
IMPRONTE...
L'intervista...
E piove così...
Nuovo...
Non aspettarmi...
Comune distonia dell...
Non chiederti MAI co...
Raperonzoli...
Ocraxus (Laconi)...
FATE SILENZIO...
MONOKU 17 SILLABE OR...
Stelle...
La stupidità non è...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Viaggiatore di rime

Tu che viaggi per la via cambiando sentiero ignorando la mia rima? Io non so chi tu sia. Se mi dici che sei un parente, magari non mi importa niente. Perché se siamo fratelli gemelli, tu non mi assomigli proprio per niente. Forse tu ignori che in questo posto, in mezzo ai poemi, rime e filastrocche non ti riconosco, perché sei un uccello di bosco. Se poi non sai rimare non puoi fiatare, perché senza poesia non puoi partecipare. Qui chi non scrive la filastrocca è un gran figlio di “annocca”, anche se stupida, anche se sciocca, sparisci senza lasciare traccia, non hai più voce, non hai più faccia. Tanti scomparvero e non ci sono più: perché amici di Belzebù vuoi veramente sparire anche tu? Dillo adesso perché poi ti vengo a presso, corri veloce, vattene presto! Qui sei per tutti maldestro, perché nessuna rima ti sei concesso. Per farti capire che un tempo passato dove alla rima non eri obbligato. E frasi in prosa potevano dire senza per questo di botto devi sparire. Canti d’amore in primavera e ninne nanne quando era sera, rime e poesie se proprio ti andava, quando la storia una rima ispirava… Una storia d’amore incominciava. Ulula era una cuccagna così ho iniziato il mio racconto di maestro di rima, anche se in italiano non sono una cima. Poi per le altre lingue mamma mia che rimate, specialmente se viene l’estate. Ora tutti a poeticare senza farvi molto male. Un consiglio… Fatte da bravi … Perché chi di rima colpisce di rima perisce se nessuno vi capisce.



Share |


Racconto scritto il 06/06/2023 - 14:26
Da Francesco Cau
Letta n.223 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Grazie Maria Luisa.

Zio Frank Storie del gufo 07/06/2023 - 18:59

--------------------------------------

Mi è piaciuto il saggio consiglio finale di questo racconto.

Maria Luisa Bandiera 07/06/2023 - 14:29

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?