Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E ora cala il vento...
Le scarpe sotto l'or...
Proxima...
Combinazioni...
False promesse...
Il nostro tempo...
Storia degli intenti...
Gogyoshi - IL SOGNO...
Un libro...
Mettete l’impermeabi...
Attendere che ti por...
Dolofortia in poema...
Danza celeste...
Tiepidamente...
ECHI...
Ovunque si vada si è...
Volo di gabbiano...
Una storia unica...
Vino alla mescita...
Il potere della mamm...
Paura...
Buona notte...
Singolo momento...
Metà del Mondo...
UNA VALIGIA...
Inumato fuorimano al...
Dimmi di chi sei...
GLI AMORI DI UN TEMP...
Hai mai visto?...
Bianchi pensieri...
Stabilimento balnear...
La musa epatologa...
Il filo sottile dell...
IL SOGNO SPEZZATO...
Albe dorate...
Il fischio del merlo...
Rispettare la natura...
10...
La forma di una paus...
Il cuore pulsa di vi...
Povero gatto...
Il motivo delle dimi...
Il sellino lilla...
Piazzetta Gattamelat...
Questo è troppo!...
L'arrogante miseria ...
Veduta prospettica...
Cagliari, Via Napoli...
Mani...
IL PARADISO INFERNAL...
Oltre l'Infinito...
Aria di Luna...
Affiorano ricordi...
Il dominio del fuoco...
Smeraldi...
Notte tostata...
NOTTE DI AGOSTO...
SOTTO ASSEDIO...
Dove tramonta il sol...
Gogyohka...
Monotonia...
Appuntamento rionale...
Fantasia...
PISA...
Una foglia come cigl...
Gli incattiviti...
Giallo pervinca...
I CINQUE FRATELLI...
Odori antichi...
Internet è come una ...
Dietro le case la se...
GENERAZIONI DI S...
Ortensie e falesie...
Effimero Trionfo...
Come farfalla che su...
Pippo (no uno de i m...
Il mondo è taglia XS...
Cagliari castello Vi...
Profumo di mare...
nel gioco assorto di...
LA DOTE DELL' I...
Una stella...
Per caso....
Udite...
E ti penso...
Il maestrale...
Nostalgia e......
Azioni rionali...
Sto invecchiando...
Soggettiva...
Respirandoti...
GLI OCCHI DELL'...
Di primo taglio...
Choka...
Un reato commetti...
NOTTURNO...
Birre and bacon...
Il clown...
Santo Graal...
PER COSTRUIRE IL FUT...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Instabile Clima

Nel vasto politeama del mondo
il clima pavonesco danza
come orchestra di vento,
che incanta nello sgomento!
La terra,
palcoscenico mutevole
ospita quel cambiamento,
come musical commedy,
una tranche di tormento.
L'oceano,
come un pittore abile
ma distratto
dipinge ornamenti di frastagli
contro imprudenti scogli
a inabissarli nelle sue acque
col suo nuovo stile,
ameni sfide!
Le correnti,
come tersicoree in scena
avvicendano ritmo
e movimenti senza pena,
pericolosa avanscena!
Il sole,
come signore dorato
un altero regale
dirige il suo calore,
senza uguale!
Mentre la pioggia,
spruzza e crea a catinelle
come folle artista
i suoi schizzi bagnati
dal petricore che affonda,
nel volume che esonda!
L'aria,
come compositore
di flauto traverso,
senza una fine
scrive nuove note
nel suo vasto confine!
E le verdi montagne,
come giganti imponenti
scolpiscono il paesaggio
con gesti possenti.
Ma l'uomo,
come un intruso smemorato
altera questo equilibrio
tutto sconcertato!
Col suo sregolato progresso, inarrestabile
lascia il pianeta
in uno stato instabile!
Così il clima,
come un'opera bizzarra
si trasforma per noi
in un nuovo dramma dato in arra!
E mentre la natura
cerca di resistere,
l'uomo dovrebbe
agire per non disperdere!
Oh, al bivio di questa storia,
una scelta memorabile
dobbiamo affrontare
e ritrovare saggezza
che ci ha abbandonato,
dobbiamo ammantare!
Oh, per salvare questa Terra
bisogna agire con coscienza
con la mente e con il cuore,
bisogna liberarla dall'anteguerra
che poi scivola in guerra!
Rispettare la natura
che ci ha generato,
affinché possa ancora
regalare quel futuro ben sperato!
Dare voce alle voci
di chi è stato oppresso,
per proteggere gli esseri
che sono stati messi
a rischio espresso!
Perché il clima
come fiore delicato,
ha bisogno di cure
per non soccombere abbagliato!
E come sinfonia, uniti,
dobbiamo suonare,
per onorare la bellezza
che il mondo sa creare!
Il finale è nelle nostre mani.
Noi siamo gli autori,
dovremo scrivere una storia
che cancelli gli orrori!
Rinveniamo in armonia
la vera essenza della vita
senza quella sporca ipocrisia,
in questo marasma consunto
del consumismo esaltato
alterando quel clima ammalato,
in questo vasto politeama
del mondo,
dove il clima pavonesco
danza in discordanza
una fievole baldanza
che pian piano sbiadisce
la sua dolce fragranza.



Share |


Racconto scritto il 14/11/2023 - 07:52
Da Laura Lapietra
Letta n.1703 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?