RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutte le poesie pubblicate per argomento. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista delle poesie anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Racconti

     
 




Opera non ancora approvata!

01/01/1970 - 01:00
commenti - Numero letture:

Voto:
su votanti





Opera non ancora approvata!

01/01/1970 - 01:00
commenti - Numero letture:

Voto:
su votanti


All by my self


Avete presente l'ultima pubblicità della Jeep come sottofondo ai due bambini che arrivano a scuola nella neve?
Il padre accompagna il bambino che va a scuola con fuori due metri di neve.
E' solo perchè soltanto chi ha una Jeep va a scuola, gli altri se ne stanno a casa perchè l'auto dei genitori, evidentemente, non gli consente di affrontare il viaggio.
Il bambino tutto da solo si trova in classe quando successivamente viene raggiunto anche da una bambina che ha il padre anche lui munuito di Jeep e così il bambino non resterà solo.
Semplice?
Mica tanto.
Ora non si tratta evidentemente di un collegio (visto che il bambino ha uno zainetto che neanche in prima elementare è tanto vuoto) pertanto i bambini devono arrivare e tornare a casa, ma cosa strana prima di loro dovrebbero arrivare i bidelli ad aprire la scuola e gli insegnanti compreso, forse, il preside.
Anche loro ovviamente devono avere una Jeep altrimenti nisba.
Ed il sindaco?
Con un'allerta meteo di quel genere dovre... (continua)

Glauco Ballantini 03/03/2020 - 11:22
commenti 9 - Numero letture:428

Voto:
su 4 votanti


Amarcord del Cavalier vincente... "A Silvio" (2009)


Opera non ancora approvata!

Francesco Andrea Maiello 10/01/2022 - 06:49
commenti 0 - Numero letture:0

Voto:
su 0 votanti


Amarcord del Cavalier vincente... a Silvio (2009)


Caro presidente, dall’alto della tua statura di celebrità universale, nel tuo nome si è oscurata anche la fama dell’acquedotto cerebrale e finanche l’inno leopardiano alla giovinezza, che tu, per beltà fisica e spirituale, fai rivivere in tempo reale e rappresenti in ogni tuo istante di vita leale.
Per le tue ispirate e spinte battute, non ti curar di lor, che comunque passano, perché dalla tua bocca può uscire ciò che vuoi al punto che anche “L’infinito”, limitato dallo spazio e dal tempo, a fatica sin d’ora contiene la tua immensa viva luce, seppur il buio dei tempi ti costringe a viver presidiato, lungi dalla libertà del “Passero solitario” e dalla spensieratezza del “Sabato del villaggio” nella gioiosa attesa della festività di cui tanto si gode.

Da impavido condottiero, sull’onda del materialismo americano e volando sul consumismo, con perspicacia e lungimiranza passasti alla conquista di giornali e tv, così che, da anni ormai, spensierato e spregiudicato, guidi e condizioni c... (continua)


Francesco Andrea Maiello 15/01/2022 - 07:40
commenti 0 - Numero letture:61

Voto:
su 0 votanti





Opera non ancora approvata!

01/01/1970 - 01:00
commenti - Numero letture:

Voto:
su votanti





Opera non ancora approvata!

01/01/1970 - 01:00
commenti - Numero letture:

Voto:
su votanti





Opera non ancora approvata!

01/01/1970 - 01:00
commenti - Numero letture:

Voto:
su votanti


BANANE di Enio2 satira


BANANE

Ma che ve devo di’, pe’ anna’ de fretta
pe’ srada -che mannaggia la puttana-
scivolo su ‘na coccia de banana
che nun l’ho vista, che sia maledetta.

tanto che so’ cascato e, ce se crede?
È successo che ne la scivolata
pe’ via de quella coccia disgraziata
m’è capitato de slogamme un piede.

Siccome me faceva propio male
ambulanno sur piede ancora sano
sapenno che nun era assai lontano
zoppicanno so’ annato a l’ospedale.

Sòrto de fòra ancora zoppicanno
doppo che m’hanno fatto ‘na doccetta
e uscenno nun annavo più de fretta
che più che cammina’ stavo arracanno.

Ma mentre stavo a scenne er marciapide
-la cosa nun ve sembri tanto strana-
acciacco ‘n artra coccia de banana
che a raccontallo mica ce se crede.

Ecco che ‘sto momento sto pensanno
dev’essece quarcun che me precede
mette le cocce sotto ar marciapiede
pe procurmme all’uopo quarche danno?

Mbè, questa è stata ‘na gran fregatura
so’ ricascato sopra er piede bòno
più che ‘no scrocchio s’è ... (continua)


enio2 orsuni 21/10/2017 - 12:33
commenti 8 - Numero letture:1029

Voto:
su 6 votanti


Barzelletta di Primavera


La Signorina Agnese, frequentatrice assidua della parrocchia, era stata anche organista della stessa e alla veneranda età di ottant'anni aveva smesso di suonarlo. Non era mai stata sposata, apprezzata da tutti per la sua dolcezza e i modi gentili. Erano diversi giorni che non si recava in chiesa e in un pomeriggio di primavera il parroco andò a farle visita per sincerarsi del suo stato di salute e di sapere le motivazioni che l’avevano tenuta lontana dalla chiesa. La vecchietta lo fece accomodare nel suo salotto in stile vittoriano e corse in cucina per preparargli una tazza di tè.
Seduto di fronte al vecchio organo il giovane prelato notò che sopra vi era appoggiata una ciotola di vetro piena d'acqua e incredibilmente sulla superficie galleggiava un preservativo. Il prete rimase sbalordito!
Poi Agnese rientrò in salotto con tè e pasticcini e cominciarono a chiacchierare amorevolmente.
Don Rocco le disse: <eravamo tutti preoccupati in parrocchia e sentivamo la sua mancanza, e... (continua)

Savino Spina 21/03/2017 - 17:18
commenti 5 - Numero letture:1725

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2022 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -