Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

È l'amore...
Dolce silenzio...
Artiom...
uno sguardo fisso ne...
Piccolo...
La crociera...
Tutti noi siamo mend...
per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
tieneme stritto -(ti...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Notti insonni...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L'uomo fatto di stra...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

GRAVI-DANZA

Dicono che natura sia
ossa di figli da carne di madre
No!E' il tempo che sanguina
la tua scultorea fierezza
incinta dei figli di marmo
che hai scavato fino al pianto
E ora che nomadi vanno via
li amerai nei parchi nei giardini
sferzati dalla pioggia
arroventati dal sole
lungo mura lungomari
dove li abbraccerai al dolce suono
della tua eterna gravi-danza


(dedicata alla scultrice Rabarama)



Share |


Poesia scritta il 20/06/2015 - 21:46
Da DARIO NICOLELLA
Letta n.319 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Una danza della creatività che gravita attorno al materiale che la scultrice utilizzerà, per plasmare l'idea insita dentro di sé. Leggendo il testo e la nota, si evince che è proprio una dedica affettiva, indubbiamente meritata, nei riguardi della persona ammirata dall'autore. Bel componimento!

Arcangelo Galante 21/06/2015 - 20:41

--------------------------------------

Molto bella questa dedica ad una scultrice. Si l'artista partorisce ciò che nel suo grembo mentale e del cuore cresce fino a nascere per rimanere immortale .

luciano rosario capaldo 21/06/2015 - 13:13

--------------------------------------

Ciao Dario, molto belle e profonde queste tue parole, e questa tua dedica che se posso mi associo. a te una buona domenica, ciao.

Maria Cimino 21/06/2015 - 08:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?