Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Scorro ricordi

Scorro ricordi
col viso illuminato da un sorriso stupito
per quanto sapemmo osare:
la tua spiga velata da intrecci di fibre,
che promette gemme e un'altra primavera;
e velo ancora è il battito
di ali variopinte di farfalla,
adagiata lieve a celare il tuo fiore;
poi il taglio della bocca
che mi invita al banchetto,
col sogghigno trionfante di chi da per avere.


Carnosa e madida di dolce umido nettare,
infine l'orchidea mostra lo stigma tumido.


Resto deriso, ape contro i vetri,
e affranto dalla succulenta esigenza
di succhiare la tua linfa di vita.



Share |


Poesia scritta il 25/11/2012 - 15:39
Da Francesco Patecci
Letta n.478 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


E come faceva a non restarci male? Il fortissimo richiamo di un'orchidea tutta pronta a farsi impollinare e l'ape dietro ai vetri che non può raggiungerla... c'è da impazzire, povera ape...!

Francesco Patecci 27/11/2012 - 17:13

--------------------------------------

quell'ape spiaccicata fa proprio sorridere
spero non ci sia rimasta troppo male.ciao

Claretta Frau 27/11/2012 - 16:19

--------------------------------------

Grazie per il tuo apprezzamento.
I ricordi sono importanti non tanto perchè rappresentano momenti più o meno belli (o brutti), ma per il fatto di essere stati "creati" per essere poi "ricordati".

Francesco Patecci 27/11/2012 - 14:56

--------------------------------------

Quando i ricordi sono così ricchi di sensazioni, anche se talvolta riportano alla memoria piaceri insoddisfatti, non possono non strappare un sorriso...a tutti

Daniela Cavazzi 26/11/2012 - 21:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?