Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Leonidi...
Il tuo fiore...
grazie...
Il cavallo a dondolo...
Immenso...
ALL'ORIZZONTE...
TANGO D\'EMOZIONI...
Se non resti...
HO OSSERVATO IL MARE...
IL PROFILO DEL TEMPO...
Il vecchio frantoio...
All’ombra delle stel...
Ho camminato cento p...
Da secoli più non mi...
Come posso capire di...
Il cerbiatto...
Nella...polvere!...
I cinque semi......
il brigante...
Maternità...
le parole non cambia...
Un tramonto sul mare...
L'ultima lacrima...
L'ultimo canto...
Strano fiore...
DESIDERI...
AMAMI...
Mani tese...
UN AMICO...
Germogli di felicità...
POETI SENZA POESIA...
Passi...
Brumoso assopirsi...
Ricordi di Taormina....
Fanciulla felicità(C...
Ogni volta che vuoi ...
DONA LA PACE...
FIGLI E… FIGLIASTRI...
L'affetto è un liqui...
Se potessi le regal...
Nepal...
L’AMORE È COME UN’ON...
Introspezione...
Oggi si compra tutto...
Ombre d'ametista...
Gioco dell'inganno...
Indifferenza...
Il Bacio...
Goccia nel mare...
Fuggi...
Opulenza nuda......
Dall’amore dei figli...
La Cattura...
Paradiso...
Ombre di cenere...
Agognati silenzi...
Canzone...
La casa della gente ...
GRANDE PASSIONE...
Sorgenti d\\'Amore...
Carezze di comodo...
FRAGILI FOGLIE NEL V...
Un bacio dopo l’altr...
Non so dove mi porte...
Melodia ed armonia...
IL TEMPO DEI RICORDI...
Pensieri...
L'uomo e il progress...
Riprendo la strada...
Sorrido...
Eventi...
Maschio …,Maschio???...
la divina arte di mi...
Sete di pace...
Ti porterò con me...
Ispirata dai salmi...
Ardente...
Sbagliare...
TU CHE NE SAI...
Momenti...
Naufragi...
inverno nel cuore...
Tempesta...
Lucida follia...
POMERIGGIO DI PULIZ...
Ritrovarsi...
COME CURVE DI SERPEN...
Per Leonie...
Impegnarsi ad odiare...
Se un giorno viagger...
Nei tuoi pensieri...
Non giudicarmi...
Riceverai mille vite...
AMARE PER POTER...
Il Supercomputer...
sorella lacrima...
A te!...
PREMORTEM di Enio 2...
Chi ti vuol bene no...
La memoria ferro...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

PREGHIERA POETICA

Incapace di reagire,innanzi a questo logorio,
urto le mie ultime speranze contro il mio essere,
alla pace devo aderire e questo voglio io,
saluto le timide pietanze di un certo benessere.


Caricando sbalordite parole di conforto,
inequivocabili sensazioni ormai mancate,
abbandonando impaurite,quel sole ormai morto,
incancellabili infatuazioni provate.


Sensibile e provato,il mio inconscio è abbattuto,
perenne la solitudine sconvolge la mia era,
è invisibile e straziato,ma riconosco l'accaduto,
indenne l'abitudine si capovolge in questa maniera.


Maniacalmente affossato,mi dileguo isolato,
cercando tradite speranze ormai perse,
malinconicamente frustrato,mi rivolgo al fato,
curando ferite non sazie che rimangono aperte.


Suscettibile il mio carattere viene colpito,
come un grande uragano non si cura del nulla,
ineccepibile vado a sbattere nel mio orgoglio ferito,
il mio nome si espande invano e pian piano si annulla.


Capovolgendo questo amore privo d'attenzione,
si assapora una spaventosa ed amara inquietudine,
esponendo il cuore a codesta provocazione,
si decora una mostruosa e rara necessitudine.


O Dio onnipotente,salvami da questa ira infernale,
distruggi questi esseri malvagi e minacciosi,
odio questa gente che m'invidia e mi vuole male,
illuminaci e rendi questi presagi,miracolosi.



Share |


Poesia scritta il 18/12/2012 - 17:34
Da Christian Di Stefano
Letta n.106 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?