Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Tempo al tempo...
L'amore vince...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Come un aquilone

Quando, silente mi vedi alla finestra ,
a scrutare lontano l’orizzonte
o se ancora a capo chino
tu mi vedi su quella sedia
non pensare figlio mio,
ch’io dorma o che si assenti l’esser mio.
Sto pensando a miei ricordi
di quand’ero ragazzina .
In quei giorni ,mi dicevo,
quando grande io sarò,
di sicuro realizzerò grandi imprese e bei palazzi
li vedevo costruiti all’istante!
Quanti mari ho solcato
ed in quante terre il mio piede s’è posato
nuovi mondi e tante ere,
la mia mente attraversava.
In quei giorni ancor bambini,
senza pesi e grandi affanni
tutto sembrava facile e leggero.


Ma adesso,figlio mio,
che gli anni son passati
e la mia schiena s’è piegata …
Quante cose non son state,
quanti giorni son trascorsi,
così diversi dai miei sogni
Oggi ,mi rivedo qui,
la mia mente s’è imbrigliata,
le mie ossa sono stanche …
grandi imprese e bei palazzi,
son le stanze dei miei sogni
nel mare tempestoso della vita,
le mie vele ho ammainato,
sola mi rivedo qui a riviver la mia vita,
nelle orme dei tuoi giorni
i tuoi dolori e le tue gioie,
son le mie, figlio mio e ripenso ancora a ieri
quando col tuo bimbo sulla spiaggia ,
srotolavi un filo d’aquilone …
mentre il vento in alto lo librava,
udivo le parole che gli dicevi …
eran le stesse, figlio mio,
che ti dicevo io … vi osservavo silente,
ed ho capito che il mio sogno s’è realizzato
è in te e in quel bambino,
che vedo correre felici ad inseguire un l’aquilone.


Ma io,figlio mio,
rimango indietro e vi seguo da lontano
si sta facendo sera , ed è tempo di tornare
riavvolgi il filo e ripigli l’aquilone
ma il mio tempo ormai è andato
e sto qui, su questa sedia a viver di ricordi e di risate
A vedervi ancora insieme felici e paghi
mentre aspetto di spiccare il volo verso il cielo
Come quell’aquilone
mi rivedo nella mente mia
E penso che ormai
sono come un aquilone
un aquilone senza filo



Share |


Poesia scritta il 30/01/2013 - 19:03
Da Carla Davì
Letta n.669 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


commovente...mi trovi in sintonia, visto che gli anni sono passati anche per me...comunque...dai....non stare triste e gioisci perchè ancora sei qui...l'aquilone aspetta ancora un po'a costruirlo e se lo costruisci mettici, legato a una tua mano, un filo robusto...i nostri figli hanno ancora bisogno di noi, di una nostra parola, di un nostro consiglio, di un nostro sorriso...complimenti...veramente toccante..un abbraccio...antonio

antonio giraldo 10/02/2013 - 10:27

--------------------------------------

Grazie Lara, un bellissimo commento! Hai colto in pieno il sentimento vivo che mi ha animata mentre la scrivevo ... i fantasiosi sogni d'infanzia mai avverati, si concretizzano in affetti e valori cari e preziosi da lasciare come retaggio ad arricchire la memoria ed il cuore ..un abbraccio ricambiato

Carla Davì 01/02/2013 - 19:48

--------------------------------------

Un presente dai contorni un po' amari ma stemperato dai bei sogni del passato,da passare come testimone alle nuove generazioni.Poesia intensa e significativa.Forza Carla!Un abbraccio.

Lara Glissando 01/02/2013 - 16:17

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?