Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

nebbia

Nebbia



La nebbia di gia’ avea coperto il mio borgo,
coi suoi rumori i suoi quiotidiani lavori.
Salita fin su le cime del colle,sembrava che tutto
Fosse prigioniero della sua morsa.
I comignoli fumanti alimentavano il vapore di quella
Coltre, non si scorgea se non l’ombra furtiva.
Nel mio umido orto,scorgevo le cose conosciute
Ia siepe il fruttifero albero d’arancio.
Un lento cinguettio in qualche luogo rompeva
Il silenzio del mattino che ancor non si sposava col primo sol.
I giocosi gatti facevan tuffi nelle foglie secche,che sprigionavan
Quell’ odor di terra bagnata.
Lente le ore,il sopor di nuovo prendeva vigore
In quell’aria senza vita
Goccioline di brina rigavan le finestre mi sovvenne
Il ricordo da bambino quando guardavo da
Quei vetri le giornate invernali,avean un sapor di
Malinconia!
Fuggi o nebbia che attanagli i pensieri,
che attoschi il cor se gia tristezza ha fatto albergo.
Cercavo di spezzar la barriera per scorger la luce,
tra quel griggior che governa.
Ma or m’acquieto , vana spe’ di vincer la natura,
attendero’ che si dipani.
So che domani la solitudine d’oggi sara’svanita
Mi vestiro’ con dorati guizzi del novello
Sol che mi desta e in lui mi perdo. Corrado cioci vedendo la nebbia in velletri



Share |


Poesia scritta il 13/01/2017 - 11:12
Da corrado cioci
Letta n.198 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


una gradevole opera dove porti a conoscenza il presente e il passato molto bella 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 13/01/2017 - 16:20

--------------------------------------

la terra
i ricordi
la malinconia
estremamente intensa
complimenti!

laisa azzurra 13/01/2017 - 13:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?