Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Notti insonni...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L'uomo fatto di stra...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Bellissima, sei

Bellissima sei:
mentre mi nasci fra le mani
dalle vesti, io impazzisco di te,
amarti è un viaggio onirico
nel grande mare dell’oblio;
prenditi in pegno la mia bocca
e lascia che indomita vagheggi
sulle colline della tua bellezza
ed in ebbrezza piena scenda
nel bosco sacro delle ninfe;
prenditi in pegno gli occhi, il corpo
tuo di voluttà li colmi;
prenditi in pegno le mie mani
e come auriga battimi sul collo
le redini, incita a correre
il veltro cacciatore alla ricerca
dei tuoi segreti caldi
che inebriano di acanto e di ciliegio;
annega nel piacer che lievitando
le ombre tue esplora umide:
s’aprono fiori di magnolia e calle,
arpeggiano in furore sulla pelle
scale d’ acuti che tolgono la voce:
ti invado, ora vuoi, e ti conquisto
come nave ricolma di vini
prelibati entra alla fonda
il fumaiolo acceso e la sirena;
inarcandoci la schiena
saliamo insieme a degustare piena
la curva dell’orgasmo che ci prende
lungo nel ventre e fino alle ginocchia
nell’atto dolce dell’accoglimento.


6 ottobre 2003/105



Share |


Poesia scritta il 28/03/2013 - 15:43
Da Giancarlo Rocchetta
Letta n.511 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?