Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

NEL TEMPO CHE RESTA

Nel tempo che resta
voglio rubare ai sogni
il respiro dolce
e i colori dei bambini.


Voglio stare a guardare
gli acrobatici voli dei gabbiani
e il lieve zigzagare
delle farfalle sui fiori.


Voglio chiudere gli occhi
e lasciare libera la mente
negli immensi spazi tersi
di un mattino d'aprile
e aprire i cassetti dei ricordi
gioiosi, felici;


di momenti di vita, di festa...


nel tempo che resta.



Share |


Poesia scritta il 06/05/2013 - 16:45
Da antonio giraldo
Letta n.439 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


cari Carla, Claretta, Gabri e Andrea, avete compreso bene quello che voglio dire...in certi momenti della vita, quando qualcuno ti dice che, forse, non hai tutto questo tempo da stare qui, considerando anche l'età, allora, ti viene spontaneo assaporare ogni cosa...si cerca di tralasciare quelle brutte e si cercano le belle, quelle che finora non si erano prese in considerazione e si vorrebbe fare un mucchio di cose ma le forze mancano...apprezziamo di più ogni attimo di vita perchè,quando non ci sarà più tempo, lo rimpiangeremo...un grande abbraccio a tutti...e...grazie...antonio

antonio giraldo 08/05/2013 - 16:35

--------------------------------------

" Nel tempo che resta" rivivremo e ci rivestiremo dei dolci ricordi e delle belle emozioni che rimangono chiuse nello scrigno segreto del cuore, ad impreziosire i nuovi giorni che verranno di saggezza e sapienza.Infatti,adesso sappiamo apprezzare e assaporare lentamente le meraviglie ed i valori che così poco sapevamo valutare.Sono proprio quei ricordi del passato,che oggi arricchiscono il nostro "tempo che resta"....bellissima,Antonio complimenti!

Carla Davì 08/05/2013 - 16:22

--------------------------------------

Il tempo che resta forse quello del riscatto per dedicarci e assaporare appieno appunto: quel poco che resta.bella!

Claretta Frau 08/05/2013 - 15:05

--------------------------------------

E' vero! Solo quando si ha "il tempo che resta" ci si rende conto degli aspetti semplici e oltremodo stupendi della natura che ci circonda, così da creare corrispondenze con il nostro passato, aprendo "i cassetti dei ricordi".
Profonda riflessione sulla fragilità del nostro vivere, ormai divenuto troppo frenetico.
Complimenti!

Gabri Mae 08/05/2013 - 12:30

--------------------------------------

Già... il tempo che resta. C'è un contrasto tra la felicità del vivere e l'amarezza per il tempo che passa. Ma una vita può esserepienissima anche se dura un attimo, o noiosissima anche se dura cent'anni. Sta a noi, al nostro modo di affrontarla, fare la differenza!

Andrea Guidi 08/05/2013 - 10:53

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?